SDCC 2018: ecco il trailer della seconda stagione di The Gifted!

Diventa un nostro supporter!Diventa un nostro supporter!

Dopo che la Fox ha fatto il proprio bagno di sangue di serie tv, anche se Brooklyn Nine-Nine e Lucifer alla fine sono state salvate rispettivamente dalla NBC e da Netflix, a parte L’uomo di Casa, serie in parte responsabile della cancellazione di altre, la casa di produzione di Rupert Murdoch ha rinnovato anche la serie Marvel sui mutanti, The Gifted, per una seconda stagione.

Come sapete, la serie ha avuto un discreto buono inizio sia con il pubblico che con la critica, ma sopratutto con i fan dei fumetti, ma non ha effettivamente “tenuto il passo” che la produzione prevedeva. Quindi questa seconda stagione sarà un po’ alla va o la spacca per questa giovane serie. Il produttore esecutivo Bryan Singer, che molti pensavano avesse lasciato lo spettacolo dopo le accuse di violenza sessuale, è ancora tecnicamente attaccato al progetto.

Sicuramente, con la campagna volta a smascherare gli orchi del mondo dello spettacolo, questa particolarità non gioverà al progetto, ma alla Fox sembra non importare, infatti direttamente dal San Diego Comic-Con ecco il trailer della seconda stagione.

Si prevede infatti che la nuova stagione esplorerà la Mutant Underground, l’Hellfire Club e i loro diversi approcci alla lotta per i diritti dei mutanti. È stato anche riferito che la stagione 2 esplorerà la scomparsa degli X-Men. Questa stagione però è stata spostata dal lunedì alle 8 di sera, al martedì alla stessa ora – e questo potrebbe essere preoccupante. Oltre alla messa in onda la stessa sera di This is Us, lo show si scontrerà con NCIS ed il prossimo spin-off di Roseanne, The Conners. Il confronto è preoccupante, ma il fatto che The Gifted vada in onda prima di Lethal Weapon, serie molto seguita, può giovare.

Per quanto mi riguarda la serie merita di essere riconosciuta per quello che è, ovvero un grande show, per il suo modo di presentare dei personaggi immediatamente riconoscibili, capaci di performance eccellenti, ma sopratutto per come tratta del maltrattamento dei mutanti e tocca temi di discriminazione sistemica, diritti civili e altri problemi attuali che possono aiutare i giovani spettatori a fare parallelismi diretti con il mondo reale. Per i fan Marvel sembrerà niente questa particolarità, dopotutto sanno cosa aspettarsi dagli X-Men, ma non è poi così insignificante, sopratutto per il grande pubblico che di fumetti non se ne intende.