Sean Connery: muore all’età di 90 anni colui che molti definiscono “l’unico James Bond”

Il leggendario attore Sean Connery è morto all’età di 90 anni. L’attore scozzese, la cui carriera è iniziata nella Royal Navy, ha continuato a recitare in ruoli televisivi e cinematografici per oltre 60 anni. Oggi, Connery è forse meglio conosciuto per i suoi ruoli sia nei franchise di James Bond che in quelli di Indiana Jones. Connery ha anche vinto l’Oscar come miglior attore non protagonista per il suo ruolo in The Untouchables del 1987.

Secondo BBC News, Connery è morto nel sonno durante la notte tra venerdì 30 ottobre e sabato 31 ottobre. La BBC rileva inoltre che si è capito che non stava bene, ma non sono stati riportati dettagli sullo storico medico dell’attore. Connery era stato, per la maggior parte, fuori dalle scene per quasi 20 anni; il suo ultimo ruolo è stato in The League of Extraordinary Gentlemen del 2003.

Sebbene siano trascorsi quasi due decenni da quando i fan hanno assistito a una nuova performance di Connery (a parte alcuni crediti di sola voce negli ultimi anni), il tempo non ha diminuito il suo impatto come attore. Senza dubbio sarà ricordato come forse il migliore James Bond. Connery è stato il primo attore a interpretare la soave spia, portandolo fuori dalle pagine degli amati romanzi di spionaggio di Ian Fleming e sul grande schermo. Connery ha interpretato Bond nel corso di 20 anni, iniziando 1962 e finendo nel 1983. Connery come 007 ha signifcato che i suoi giorni di piccole parti nei film TV sarebbero stati permanentemente nello specchietto retrovisore.

Il suo personaggio sullo schermo come un uomo irrefrenabile e affascinante ha guidato la sua carriera in film non legati a Bond come Marnie di Alfred Hitchcock e tanti altri, ma per non bisogna dimenticare che il talento di Connery esibito in questi ruoli non mostrava fosse capace solo di un ruolo. Per dimostrarlo, possiamo ricordarvi Time Bandits, Highlander e Zardoz, che dovrebbero servire a ricordare che non ha mai avuto paura di cimentarsi in qualcosa fuori dai sentieri battuti.

I produttori di Bond, Sam Neill e altri hanno reso omaggio al compianto Sean Connery.

“Ogni giorno sul set con Sean Connery è stata una lezione pratica su come agire sullo schermo”, ha scritto Neill su Twitter. “Ma tutto quel carisma e potere – era assolutamente unico per Sean. RIP ad un grande uomo, e un grande attore.”

Anche i produttori del franchise di James Bond, Michael G. Wilson e Barbara Broccoli, hanno elogiato l’attore, che ha interpretato la spia in ben sette film.

“Siamo devastati dalla notizia della morte di Sir Sean Connery”, ha detto la coppia in un comunicato. “Era e sarà sempre ricordato come l’originale James Bond il cui ingresso indelebile nella storia del cinema è iniziato quando ha annunciato quelle indimenticabili parole – ‘Il nome è Bond… James Bond’ – ha rivoluzionato il mondo con la sua interpretazione cruda e spiritosa dell’agente segreto sexy e carismatico. Senza dubbio è in gran parte responsabile del successo della serie di film e gli saremo per sempre grati.”

Ma anche tanti altri si sono uniti al cordoglio, come Hugh Jackaman che ha scritto: “Sono cresciuto idolatrando Sean Connery.Una leggenda sullo schermo e fuori. Riposa in pace“, o Cary Elwes, che ha detto: “RIP Sean Connery… l’unico Bond. Dalla Scozia con amore e un cuore spezzato”.

“Ho avuto il cuore spezzato nell’apprendere questa mattina della morte di Sir Sean Connery”, ha scritto il primo ministro scozzese Nicola Sturgeon. “La nostra nazione oggi piange uno dei suoi figli più amati”.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: