Sebastian Stan riflette su Avengers: Endgame e su quanto deve alla Marvel per la sua la carriera

Sebastian Stan ha un impressionante curriculum al di là della sua interpretazione del Soldato d’Inverno, ma l’attore continua a riconoscere il suo coinvolgimento nell’universo cinematografico Marvel per il suo successo.

Con The Falcon and The Winter Soldier che si prevede andrà in onda su Disney + quest’anno, Sebastian ha riflettuto sul suo tempo nel MCU sottolinendo Avengers: Endgame in particolare per la sua “folle” popolarità.

Parlando con Variety (via DP) Sebastian ha ammesso che entrare nel MCU come Bucky Barnes, un personaggio davvero amato dai fan, è stato per lui qualcosa di davvero enorme.

“Guardando indietro, mi sento come se avessi la metà della quantità di esperienza e conoscenza che ho adesso”, ha spiegato. “In un certo senso, mi sentivo come se fossi cresciuto con il franchise come persona e mi sento come se quel personaggio fosse cresciuto anche con me… Non sarei qui senza di esso.”

Riflettendo sul colossale successo record di Endgame al botteghino, lo stesso Winter Soldier ha ammesso che era piuttosto “selvaggio” da concepire.

“È folle pensare che sia più grande di Titanic”, ha aggiunto. “Sono andato a vedere Titanic troppe volte… Il fatto che la gente sia uscita per vederlo e supportarlo così tanto dimostra quanto amano i personaggi, quanto hanno investito negli ultimi 10 anni. Si sentono come se fossero cresciuti con i film.”

Mentre non c’è dubbio che Sebastian Stan sia grato di aver insignito un ruolo così ambito nel MCU, a gennaio alcuni fan hanno fatto notare che l’attore aveva criticato la gestione della Marvel dell’amicizia tra Bucky e Steve Rogers (l’amato Cap).

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: