Shazam 2 potrebbe iniziare le riprese in tarda primavera 2020

Shazam ha rubato il cuore degli spettatori ovunque quando ha debuttato all’inizio di quest’anno, e sembra che il prossimo capitolo potrebbe presto prendere il volo.

In una recente intervista con The Associated Press (via CB), la star del film, Zachary Levi, ha parlato dell’impatto della pellicola sulla sua vita e sulla sua carriera, mentre, a quanto si dice, ha lasciato cadere la seguente briciola d’informazione:

“L’attore ha detto che la sceneggiatura per il sequel è già in stesura e prevede di iniziare le riprese sia in tarda primavera che all’inizio dell’estate del prossimo anno.”

Mentre un sequel di Shazam deve ancora essere annunciato ufficialmente dalla DC, i primi dettagli intorno ad esso hanno cominciato a venire alla luce. Henry Gayden tornerà per scrivere la sceneggiatura del film, con il regista David F. Sandberg e il produttore Peter Safran che torneranno nei loro ruoli. Levi ha precedentemente parlato di se un sequel – e potenziali film al di là di questo – siano nei piani della Warner.

“Lo vedo dovunque i miei capi mi dicano di portarlo”, ha detto Levi durante l’apparizione ad una convention il mese scorso. “Ciò è al di sopra della mia paga, letteralmente, io… insomma, a me va bene. Sai, sono ancora in piena introduzione riguardo al personaggio che ho interpretato. Ci sono Geoff Johns, Walter Hamada, e tutte le persone della DC, che sono molto intelligenti e di grande talento. Stanno mettendo insieme, penso, alcune cose e dei viaggi molto interessanti per tutti questi personaggi, incluso Shazam.”

Ovviamente non non c’è modo di dire esattamente cosa Shazam 2 racconterà, ma l’anticipazione di Mister Mind nella scena post-crediti del primo film può farci immagiare qualcosa, come anche la recente conferma che il film su Black Adam ha finalmente un regista.

“Mister Mind è in circolazione da quando Shazam è nei paraggi, giusto?” ha detto Safran a ComicBook. “Pensavamo che fosse un modo davvero divertente, anche se non sapessi chi è Mister Mind, solo guardando il modo in cui la scena si è svolta sarebbe. Ad un tratto pensi: ‘Oh sì, questa è una direzione interessante da seguire. Cosa succederà?’.”