She-Hulk: Attorney At Law, Tatiana Maslany parla del tono della serie e del rapporto con Mark Ruffalo

Così tante storie di supereroi sono storie di esaudimento dei desideri: e se un nerd potesse volare, o un uomo scarno ma di buon cuore diventasse super forte? Nella prossima serie Disney+ del MCU, però, stiamo per incontrare un personaggio che non ha mai voluto avere a che fare con il regno dei superpoteri ed è più interessato a combattere il crimine entro i confini del sistema legale.

She-Hulk: Attorney At Law non solo dà al Marvel Cinematic Universe il suo primo vero dramma in tribunale (Daredevil non conta… ancora), ma in Jennifer Walters ottiene un eroe particolarmente riluttante.

Interpretata dalla star di Orphan Black, Tatiana Maslany, Walters è la cugina di Bruce Banner e ottiene alcuni dei suoi enormi poteri, cosa che la porta a trasformarsi in una Hulk verde alta un metro e ottanta. Non è il tipo di trasformazione che la maggior parte delle persone desidererebbe. Per Maslany, è stata un’opportunità per interpretare un diverso tipo di personaggio dei fumetti.

“Lei è davvero l’antitesi della maggior parte delle narrazioni sui supereroi”, dice a Empire. “In particolare, è qualcuno che cerca davvero di scappare dalle sue nuove abilità. C’è questo grande elemento di negazione in lei che è riconoscibile. Per me, si trattava di rifiutare ciò che è successo il più a lungo possibile, poiché è ciò che causa la divertente tensione tra Jennifer e She-Hulk. Non è nemmeno l’unica tensione qui, con la sua trasformazione che ha influenzato anche la sua carriera di avvocato di alto livello, spunto per cominciare ad affrontare casi di diritto sovrumano. E’ un tipo di carriera dominata dagli uomini, incredibilmente viziosa e gerarchica, ma quando diventa capo di questa azienda che difende i sovrumani, è lì che otteniamo alcuni momenti davvero divertenti e di rivalsa. È come questa versione davvero assurda di uno spettacolo legale.”

Immergersi nel MCU e in She-Hulk in particolare significava scherzare con Mark Ruffalo, e l’attrice ha descritto il loro rapporto come consolidatosi fin sa subito: “eravamo così sciocchi, come due ragazzini a cui i nostri genitori avevano consegnato le pale e gli era stato detto di andare a giocare nella vasca di sabbia”.

Grazie a questo rapporto creatosi subito, i due hanno potuto fare un tuffo nei fumetti e trovare ispirazione nella musicista cult Sophie.

“Torno sempre da Sophie, che è questa straordinaria artista trans che purtroppo è morta l’anno scorso”, dice. “Quello che amo della musica di Sophie è questa combinazione di suoni organici ed elettrici di tipo industrial, che sembravano legati a She-Hulk.”

Qui sotto potete vedere una nuova immagine:

She-Hulk è interpretato da Maslany nei panni di Jennifer Walters, un’avvocatessa di New York la cui vita è cambiata dopo aver avuto un incidente, che l’ha portata a ricevere una trasfusione di sangue da suo cugino, Bruce Banner. Di conseguenza, Jennifer sviluppa la propria iterazione dei poteri di Hulk, che influenzano sia la sua vita di avvocato che la sua ritrovata vita da supereroe.

Il cast includerà anche Mark Ruffalo nei panni di Hulk, Jameela Jamil nei panni di Titania, Tim Roth nei panni dell’Abominio e Ginger Gonzaga, Josh Segura e Renee Elise Goldsberry.

La serie è diretta da Jessica Gao, la cui filmografia include Silicon Valley e Rick e Morty. I registi della serie includeranno Kat Coiro (It’s Always Sunny in Philadelphia, Brooklyn Nine-Nine) e Anu Valia (Never Have I Ever, A.P. Bio).

She-Hulk: Attorney at Law, una serie originale dei Marvel Studios, sarà disponibile dal 17 agosto in esclusiva su Disney Plus.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: