Sherlock: Martin Freeman parla dell’ipotetica quinta stagione

Sherlock è una delle serie di maggior successo di sempre, sia della BBC, sia in generale. Il duo composto da Mark Gatiss e Steven Moffat ha fatto innamorare migliaia, se non milioni, di fan in tutto il mondo, con storie a dir poco avvincenti e dei personaggi meravigliosi sotto tutti i punti di vista, grazie soprattutto ad un cast d’eccezione, in primis Benedict Cumberbatch come Sherlock Holmes e Martin Freeman come John Watson.

La serie, al momento, è ferma con la quarta stagione uscita due anni fa, e per ora non sembra che ci siano le condizioni di realizzarne una quinta. I motivi sono tanti, il primo dei quali è la serie Dracula scritta da Moffat e Gatiss per Netflix, ma anche gli infiniti impegni lavorativi che tengono occupati Freeman e Cumberbatch, dato che sono diventati anno dopo anno sempre più popolari, e soprattutto ora che sono entrati a far parte del Marvel Cinematic Universe.

Infatti, durante una recente intervista con Collider, è stato lo stesso Martin Freeman nell’affermare le cause principali del perché al momento non stiano parlando di realizzare una quinta stagione di Sherlock:

Finora ci sono state solo alcune sporadiche discussioni al riguardo, perché Mark [Gatiss] e Steven [Moffat], così come Benedict [Cumberbatch] e io, siamo abbastanza fortunati da stare lavorando a qualcosa che ci piace e per cui abbiamo grande interesse. E poi siamo perfettamente consapevoli di cosa sia Sherlock. Non guardi in bocca a caval donato, perché queste cose non accadono molto spesso nella vita. È un grandissimo successo, e si è rivelato molto più di quello che avremmo potuto immaginare.

Andando avanti con l’intervista, l’attore britannico ha anche ricordato che una quinta stagione di Sherlock andrebbe fatta solamente se gli sceneggiatori hanno qualcosa da raccontare:

Il modo in cui si è conclusa la storia, nell’ultima stagione, è sembrato come se ci fosse non dico un punto, ma almeno un punto e virgola o dei puntini di sospensione. Ha dato la sensazione di essere una pausa. Non ci sembrava qualcosa che potevamo riprendere così facilmente dopo un anno e dire ‘Hey gente, siamo tornati’. Vista l’importanza, non volevamo essere superficiali. Non credo fosse la fine, ma la verità è che non lo so perché non siamo io e Ben a scrivere la serie. Sono un grande sostenitore del fermarsi quando senti che sia arrivato il momento. Se hai detto quello che volevi dire, scendi dal palco, e abbi il coraggio di andartene. E non so se c’è ancora qualcosa che vogliano dire.

Soprattutto, però, se dovessero trovare le storie giuste per continuare la serie, Freeman crede che la quinta stagione debba essere un grande evento televisivo esattamente come fu per quelle precedenti, dato che ogni stagione è sempre stata composta da pochi episodi (tre per la precisione) anche se durano ben 90 minuti:

Se è qualcosa di davvero, davvero speciale, e se si tratta di qualcosa di davvero coinvolgente e interessante, allora credo che saremmo aperti a un ritorno. Sherlock ha sempre avuto una portata da evento, comunque. Abbiamo fatto tre episodi a stagione, e nonostante fossero episodi lunghi, da 90 minuti, erano comunque pochini e molto distanziati tra loro, almeno secondo gli standard televisivi. Normalmente, ci si aspetterebbe almeno 10 o 8 episodi. Noi ne abbiamo fatti relativamente pochi, anche se il materiale era tanto. È sempre sembrato un evento, quindi se ne faremo altri, devono essere all’altezza. Non possiamo tornare con qualcosa che sia soltanto discreto. Dovrebbe essere davvero, davvero speciale. È questo il tipo di show [che abbiamo fatto finora].


Sherlock è una serie televisiva britannica creata e scritta da Steven Moffat e Mark Gatiss, targata dalla BBC, del 2010, diretta da Paul McGuigan, Nick Hurran, Coky Giedroyc, Euros Lyn, Toby Haynes, Jeremy Lovering, Colm McCarthy, Douglas Mackinnon, Benjamin Caron e Rachel Talalay, e con Sue Vertue, Martyn Smith, Elaine Cameron e Susie Liggat come produttori. La fotografia è a cura di Steve Lawes, Fabian Wagner, Neville Kidd, Matt Gray, Suzie Lavelle, Stuart Biddlecombe e David Luther, mentre la colonna sonora è composta da David Arnold e Michael Price.

Nel cast Benedict Cumberbatch (Sherlock Holmes), Martin Freeman  (Dr. John Watson), Una Stubbs (Mrs. Hudson), Rupert Graves (Detective Lestrade), Louise Brealey (Molly Hooper), Mark Gatiss (Mycroft Holmes) e Andrew Scott (James Moriarty).