Simon Pegg rivela che rimase infastidito da come JJ Abrams gli offri il ruolo di Scotty

Simon Pegg è stato “infastidito” da come JJ Abrams gli ha offerto il ruolo di Montgomery “Scotty” Scott nel riavvio di Star Trek del 2009.
Pegg e Abrams hanno una lunga relazione di lavoro che risale a Mission: Impossible III nel 2006.

Pegg ha ripensato ai ruoli della sua carriera durante un’intervista video con Vanity Fair, dicendo come Abrams gli ha offerto un posto nell’Enterprise, ammettendo di essere stato un po’ scoraggiato da quanto Abrams fosse disinvolto nell’offrirgli il lavoro.

“Sono sceso da un aereo, un volo da New York a Londra, e ho aperto il mio telefono. C’era un’e-mail da JJ, che diceva: ‘Vuoi interpretare Scotty?’. E questo mi ha quasi infastidito. La sua tenacia mi ha infastidito”, ricorda Pegg. “Perché non puoi semplicemente lanciare la palla nel mio campo in quel modo e aspettarti che la calci. Ho bisogno di un po’ di tempo per pensarci. Ma, tre o quattro giorni dopo, ero tipo: ‘Sì, certo!’. Ma sembrava proprio così, come se mi stesse offrendo questa enorme opportunità, nello stesso modo in cui mi avrebbe invitato a cena e a vedere un film.”

Pegg afferma che Abrams ha migliorato la sua tecnica di lancio quando il regista gli ha offerto un ruolo in Star Wars: The Force Awakens del 2015.

“Stranamente, quando mi ha offerto il ruolo in Star Wars, mi ha portato fuori a cena e l’ha offerta”, dice Pegg. “Quindi, sta imparando.”

Pegg ha interpretato Scotty in Star Trek ed è tornato per i suoi due sequel, Star Trek Into Darkness e Star Trek Beyond. Non è sicuro se tornerà per altri film nella sequenza temporale Kelvin di Star Trek.

“Siamo ancora tutti in contatto, ci siamo scambiati email l’uno con l’altro, semplicemente controllando come stiamo e cose del genere”, ha detto a maggio. “Ma non è che nessuno di noi abbia bussato alla porta della Paramount dicendo: ‘Ehi, quando lo facciamo?. Se dicessero: ‘Vorremmo fare un altro film’, sono sicuro che coglieremo tutti l’occasione. Mi mancano quei ragazzi e adoro fare quei film. Ma non lo so. Il progetto di Noah Hawley è stato menzionato, e forse accadrà. Non ne so nulla. Quindi sì, sono all’oscuro come tutti gli altri.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: