Spider-Man 3: perché Sam Raimi non voleva introdurre Venom?

Venom ha fatto il suo debutto sul grande schermo in Spider-Man 3 di Sam Raimi, ma non è stato un successo, e Raimi non voleva nemmeno includerlo nel film – ecco perché.

Spider-Man ha avuto una storia interessante sul grande schermo, con il suo primo film arrivato nel 2002 grazie a Sam Raimi. Semplicemente intitolato Spider-Man, il film ha introdotto Tobey Maguire nei panni di Peter Parker e Willem Dafoe nei panni del Green Goblin, ed è stato così ben accolto dalla critica e dal pubblico che ha prodotto due sequel.

Mentre Spider-Man è accreditato per aver ridefinito il moderno genere di supereroi e il blockbuster estivo, Spider-Man 2 ha alzato ancora di più l’asticella per tutti i film di supereroi, ed è considerato uno dei migliori e più influenti film di supereroi di tutti i tempi. Purtroppo, lo stesso non si può dire di Spider-Man 3. Il terzo film di Spider-Man di Raimi ha visto il personaggio del titolo andare contro tre cattivi: Harry Osborn / New Goblin (James Franco), Flint Marko / Sandman (Thomas Haden Church) e Eddie Brock / Venom (Topher Grace). Spider-Man 3 è stato fortemente criticato per le sue trame secondarie e per l’avere troppi cattivi, cosa che avrebbe potuto essere evitato se lo studio non avesse spinto Raimi ad aggiungere un certo simbionte.

Harry Osborn è stato incluso perché Raimi voleva concludere la sua trama, che stava costruendo dal primo film, e Sandman è stato aggiunto perché Raimi lo ha trovato visivamente affascinante. Venom, d’altra parte, non è stato aggiunto a causa dell’interesse di Raimi per il personaggio, ma perché gli è stato ordinato dal produttore Avi Arad. Raimi inizialmente voleva aggiungere Avvoltoio come terzo cattivo, ma Arad pensava che i film facessero troppo affidamento sui cattivi di Spider-Man preferiti di Raimi e non ai personaggi che il pubblico sarebbe stato interessato a vedere.

Raimi non voleva avere Venom nel film perché non gli piaceva la sua “mancanza di umanità“, ma alla fine accettò di compiacere lo studio e il pubblico.

Raimi in seguito ha detto che mentre studiava il personaggio del film, ha iniziato ad apprezzarlo, ma ha chiarito che era stato incluso perché è un personaggio che i fan di Spider-Man adorano. Venom in Spider-Man 3 non era quello che i fan si aspettavano, dato che gli effetti speciali sembravano strani (come il simbionte che si apriva per far parlare Brock) e Brock non è diventato Venom fino alla fine.

Inoltre, in questa versione non c’è stato niente di particolare per Venom, ed era più una sorta di stratagemma narrativo per spingere gli altri cattivi ad allearsi. Da allora Arad ha accettato la responsabilità dell’inclusione di Venom in Spider-Man 3, affermando di aver appreso che il personaggio non può essere secondario, e che ha imparato a non forzare nessuno a fare nulla.

Venom ha ottenuto una seconda possibilità nel 2018 con il suo film, diretto da Ruben Fleischer e con Tom Hardy nel ruolo di Eddie Brock. Anche se non è stato ben accolto dalla critica, il pubblico ha reagito positivamente ad esso, e quindi un sequel è stato dato il via libera. Per quanto riguarda Spider-Man, ha subito due riavvii dopo quello, e ora si sta godendo il suo tempo nell’universo cinematografico Marvel.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: