Spider-Man: Across The Spider-Verse, i produttori parlano dei sei stili d’animazione diversi usati nel film

Quando Spider-Man: Into The Spider-Verse è uscito nei cinema nel 2018, ha letteralmente fatto emozionare tutti, ed ha affascinato i fan dell’animazione con i suoi bellissimi disegni.

Giocando con frame rate, stili di animazione multipli, trame da fumetti e altro, ha strappato il regolamento e ne ha scritto uno suo; uno in perfetta sincronia con la storia delle origini dell’eroe Miles Morales. Ma se ciò non fosse stato abbastanza ambizioso, la prossima avventura di Miles sta per raddoppiare tutto ciò che ha reso il primo film così speciale. Tanto che Spider-Man: Across The Spider-Verse del 2023 non è solo un sequel: sono due, un doppio smacco di follia multiversale, destinato a concludersi in Beyond The Spider-Verse del 2024.

Questa selvaggia ambizione significa che anche le animazioni dovranno essere all’altezza.

“Il primo film aveva uno stile di animazione che domina il film. Questo film ne ha sei”, ride il produttore Phil Lord. “Quindi prendiamo quegli strumenti, aggiungendo tutte le cose che abbiamo imparato su The Mitchells Vs The Machines, e poi li facciamo crescere ulteriormente per soddisfare l’ambizione di questo film. Il che serve per stupirti ogni volta che entri in un nuovo ambiente, e anche per assicurare che lo stile del film rifletta la storia e che le immagini siano guidate dai sentimenti”

Come suggerirebbe il titolo Across The Spider-Verse, c’è da aspettarsi un viaggio epico attraverso varie realtà parallele che ci permetteranno di incontrare varie Spider-Persone.

“I due mondi visti nel teaser trailer erano quelli che si chiamano Earth-50101, che noi chiamiamo ‘Mumbattan’ – basato su un look da fumetto indiano – e Nueva York dal mondo di Spider-Man 2099″, spiega il produttore Christopher Mugnaio. “Si basa su illustrazioni in stile Syd Mead di come potrebbe essere il futuro. C’è anche il mondo di Gwen, che è la Terra-65. E quello è una specie di acquarellato che ricorda le copertine dei suoi fumetti.”

Qui sotto potete vedere una nuova immagine:

In inglese il film si intitolerò Spider-Man: Across the Spider-Verse. La pellicola è diretta da Joaquin Dos Santos insieme ai co-registi Kemp Powers e Justin K. Thompson. Phil Lord, Chris Miller, Amy Pascal e Avi Arad stanno producendo.

Il film uscirà nelle sale il 2 giugno 2023.

Stando alle informazioni arrivate dal CinemaCon, anche se la storia del film non la si conosce, ma sappiamo che Across the Spider-Verse vedrà il ritorno dell’eroe del film originale Miles Morales (Shameik Moore) mentre lascia la sua dimensione per visitare le diverse realtà che compongono lo Spider-Verse. Collaborerà con l’amica e interesse amoroso Spider-Gwen (Hailee Steinfeld) e con il nuovo arrivato Miguel O’Hara (Oscar Isaac), alias Spider-Man 2099, che è stato anticipato nella scena post-crediti del film originale. Il trio, così come gli altri alleati, dovrà unirsi per sconfiggere un potente supercriminale.

All’evento, insieme alla rivelazione, sono stati mostrato 15 minuti di filmato che ha visto Miles, Miguel e Gwen incontrarsi con il personaggio di Issa Rae, Jessica Drew, su Terra 65, ed ha visto il gruppo impegnarsi in una battaglia e afferrare un elicottero che cadeva dal cielo.

Inoltre, secondo le informazioni arrivate, Spider-Man: Across the Spider-Verse alzerà il livello rispetto al primo capitolo del franchise perché non sarà solo ambientato in sei diversi universi paralleli, ma conterrà ben 240 personaggi diversi.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: