Star Trek 4: il film potrebbe arrivare più tardi di quel che si possa pensare

Con il film del 2009, J.J. Abrams aveva conferito nuova linfa vitale al franchise di Star Trek. Una linfa divenuta ancor più forte con il sequel Into Darkness per poi scemare con il terzo Star Trek Beyond, diretto questa volta da Justin Lin. Proprio a causa del piccolo successo riscosso dall’ultimo film, la Paramount sembra molto indecisa se e come continuare a portare avanti la nuova saga iniziata da Abrams.

Sappiamo però che la celebre major Star Trek 4 lo vuole fare e ha anche assunto il regista e sceneggiatore Noah Hawley (noto per esser il creatore di serie tv quali FargoLegion) per curare il progetto, con la speranza di portare il franchise su una strada diversa da quella che sembrava pronto a prendere dopo Beyond.

Nonostante ciò, il film sembra ben lontano dall’esser pronto per entrare in fase di riprese, con gran parte del cast principale che non sa quando potrebbero a grandi linee partire con la produzione, e in alcuni casi sembrano esser incerti anche riguardo la realizzazione stessa del film.

Ora ulteriori dubbi sono stati messi in circolo dallo stesso Hawley durante una recente intervista.

Durante una chiacchierata con Deadline, incentrata principalmente sulla recente quarta stagione di Fargo da poco iniziata, Hawley ha dichiarato che il quarto film di Star Trek non figura trai suoi prossimi progetti e che c’è molta incertezza nell’aria:

Non è un film al quale mi dedicherò nell’immediato futuro. Credo che quando la presidentessa della Paramount Pictures Emma Watts è arrivata, ha dato uno sguardo al franchise e ha scelto di prendere una strada diversa. Ma sai, la vita è lunga, ed eravamo molto vicini dal partire con la produzione, ma in questo business ciò non significa molto. Devi varcare il cancello se vuoi prendere parte alla gara, se capisci cosa intendo.

Purtroppo c’è anche da considerare il fatto che stiamo vivendo un periodo tremendo per l’industria cinematografica a causa della pandemia da Coronavirus. Infatti, già in una passata intervista fatta al cineasta da Collider, Hawley dichiarò che è veramente difficile fare un film con un grande budget come Star Trek e guadagnarci qualcosa (obbiettivo primario per la Paramount) in questo momento, a meno che non si abbia un servizio di streaming ben consolidato. Anche in quel caso, però, ci son dei rischi. Basti vedere il caso Mulan.

Qui le precise parole del regista:

Una delle maggiori sfide che chiunque deve affrontare in questo momento è: ‘Qual è il piano di business per i lungometraggi?’. Certamente, siamo in un momento in cui l’esperienza al cinema è inattiva, e lo sarà ancora almeno per un anno o due”, dice Hawley a Collider. “E l’unico modo per recuperare davvero i tuoi soldi con un film da oltre 100 milioni di dollari è il botteghino, e se non puoi fare affidamento su questo, come gestisci quell’attività? A meno che tu non abbia un gioco di streaming davvero forte, che Disney ha provato a fare con Mulan, puoi recuperare i tuoi soldi in quel modo. Penso che questa sia una delle maggiori sfide nel realizzare un film con un marchio di cui le persone sono fan, assicurarsi che ne giustifichi le spese.

Leggi anche: Noah Hawley spiega perché un film di Star Trek necessiti di un grande budget

Quindi ancora molta incertezza sembra aleggiare intorno a questo quarto film. Purtroppo l’unica cosa è sperare che la pandemia finisca il prima possibile, cosicché l’industria cinematografica possa riprendere e tornare ad essere più forte che mai.


Star Trek 4 (titolo non ufficiale) non ha ancora una data d’uscita ufficiale, ma sappiamo che sarà scritto e diretto da Noah Hawley, con J.J. Abrams, Bryan Burk e Alex Kurtzman come produttori.

Nel cast per ora confermati solo Chris Pine (Capitano James Kirk), Zachary Quinto (Spock) e John Cho (Sulu).

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: