Star Wars: Gli Ultimi Jedi, confermata la vera natura di Snoke

Lungo l’intera saga di Star Wars il pubblico ha imparato che ci deve sempre essere equilibrio tra le forze di bene e male, ed anche se per un momento una prevale sull’altra, la Forza riequilibra sempre questa differenza.

Quanto segue contiene spoiler.

Perciò per quanto riguarda il grande cattivo fidi questa nuova saga in molti hanno teorizzato fosse un Sith, chi diceva Palpatine, chi diveva perfino Darth Plageuis il Saggio, ma nel libro Star Wars: The Last Jedi: The Visual Dictionary viene specificatamente spiegato perché alla fine non è stato così.

Le informazioni su Snoke confermano che la galassia non ha visto un vero Signore dei Sith sin dalla morte di Darth Vader:

“Snoke è potente nel lato oscuro della Forza, ma non è un Sith. Quel lignaggio millenario che si estendeva da Darth Bane fino all’ultimo Signore dei Sith, Darth Vader, si è spezzato quando quest’ultimo ha ucciso il suo mentore, Darth Sidious. L’adempimento di un’antica profezia predisse la fine dei Sith, ma non ha previsto la fine dell’oscurità.”

Questa descrizione quindi presenta non poche vere e proprie informazioni circa il Leader Supremo Snoke, ed anche il fatto che lui non è un vero Sith, però rimane un personaggio molto potente nell’uso della Forza. Ciò conferma che non è necessario dichiarare la propria lealtà ai Sith o ai Jedi per abbracciare pienamente le proprie abilità nella manipolazione della Forza.

Inoltre il fatto che il libro sottolinei come Darth Vader sia effettivamente stato l’ultimo signore dei Sith lascia intendere che non ne vedremo altri in futuro, in quanto uno non diventa un Signore dei Sith durante la notte.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: