Star Wars: JJ Abrams riguardo alle critiche che Gli Ultimi Jedi ricevette

Negli tempo la nuova trilogia di Star Wars è stata spesso oggetto di forti critiche, sopratutto Gli Ultimi Jedi, anche se in realtà solo da una piccola sacca di fan e da alcuni gruppi misogini che non avevano apprezzato il ruolo delle donne nel film – tanto da realizzare un fan-cut che “portasse rimedio a questa cosa” – e JJ Abrams, regista de L’Ascesa di Skywalker, ha sicuramente dovuto fare i conti con tale cosa.

Nell’intervista al regista è stato chiesto un’opinione riguardo alle lamentele, chi riguardo alla regia, chi non ha compreso il famoso momento di silenzio ed ha dovuto farselo spiegare dalle maschere al cinema, chi non ha apprezzato la rivelazione sui genitori di Rey (motivo anche di tante altre lamentele senza senso), e chi non ha apprezzato alcune idee più audaci e progressiste.

“Credo che la domanda importante sia: com’è cambiato tutto?”, ha chiesto Abrams. “Le reazioni a Star Wars, gli attacchi crescenti, la negatività, le minacce del fandom, non sono un’esclusiva di Star Wars, ovviamente. Viviamo in un’epoca in cui se non crei una frattura, se non richiami l’attenzione con divenendo detrattore, rischi di sembrare fuori dai giochi.

Ho sempre amato Star Wars perché ha un grande cuore. Quello che mi domando è: ho sempre concordato o apprezzato con ogni singola cosa successa in ogni singolo film, nei prequel o nella trilogia originale? No. Amo Star Wars? Sì. Perciò per quanto mi riguarda, e magari sarò ingenuo, è il momento di tornare a un momento in cui potevamo dare maggiore flessibilità. Non conosco nessuno che abbia un coniuge o un partner o un familiare o un amico, che ami e sia d’accordo con ogni singola cosa che quella persona è o fa. Dobbiamo tornare, credo, alla sfumatura e all’accettazione. E quindi mi sento come un fan di Star Wars, adoro ogni singola cosa di ciascuno dei film? No. Ma adoro Star Wars? Diavolo sì!”

a sinossi preliminare recita: “Lucasfilm e il regista JJ Abrams uniscono nuovamente le forze per portare gli spettatori in un viaggio epico nella galassia lontana, lontana con Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, la conclusione avvincente della saga degli Skywalker, dove nasceranno nuove leggende e avrà luogo la battaglia per la libertà deve ancora venire“.

Nel cast Daisy Ridley (Rey), Adam Driver (Ben Solo / Kylo Ren), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Carrie Fisher (Leia Organa), Mark Hamill (Luke Skywalker), Domnhall Gleeson (Generale Hux), Lupita Nyong’o (Maz Kanata), Joonas Soutamo (Chewbacca), Kelly Marie Tran (Rose), Anthony Daniels (C-3PO), Billie Lourd (Tenente Connix), Keri Russell (Zorii), Dominic Monaghan, Richard E. Grant, Billy Dee Williams (Lando Calrissian) e Ian McDiarmid (Imperatore Palpatine).

Star Wars IX: L’Ascesa di Skywalker (Star Wars IX: The Rise of Skywalker) uscirà nelle sale italiane il 18 dicembre 2019, con J.J. Abrams alla regia, su una sceneggiatura di Chris Terrio e dello stesso Abrams, che hanno pesantemente rimaneggiato la sceneggiatura precedentemente scritta da Derek Connolly e Colin Trevorrow, dopo il licenziamento di quest’ultimo come regista della pellicola, e con Kathleen Kennedy, Michelle Rejwan e lo stesso Abrams come produttori. La fotografia è a cura di Dan Mindel, mentre la colonna sonora è ovviamente composta da John Williams.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: