Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, Chris Terrio commenta le questioni più controverse del film

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, Chris Terrio commenta le questioni più controverse del film

Mentre continua ad incassare, e a dividere, il co-sceneggiatore Chris Terrio commenta le questioni più controverse de L’Ascesa di Skywalker.

Il nono episodio della saga degli Skywalker è giunta al termine, e non nel migliore dei modi secondo la gran maggior parte del pubblico, e soprattutto della critica, in quanto in modo codardo è tornato indietro di quarant’anni per riportare sul grande schermo elementi già visti migliaia di volte, completamente privi de raccontare un qualcosa che riuscisse ad emozionare (salvo un paio di scene) e non che accontentasse una fanbase tossica e arrogantemente pretenziosa.

L’Ascesa di Skywalker per questo presenta diverse questioni piuttosto spinose, come il ritorno di Palpatine come antagonista, il personaggio di Luke (nonostante il piccolissimo ruolo che il personaggio ha nella pellicola) e la questione della Forza non democratica che Rian Johnson aveva intelligentemente inserito all’interno del meraviglioso Gli ultimi Jedi, che abbiamo anche inserito trai migiori film del decennio appena passato.

Leggi anche: Ian McDiarmid commenta il ritorno dell’Imperatore Palpatine

Questa volta a commentare tutte queste questioni inerenti a Episodio IX ci pensa il co-sceneggiatore del film Chris Terrio, già sceneggiatore di Argo Justice League, che, durante un’intervista con AwardsDaily (di cui vi abbiamo già riportato un paio di estratti, in cui parla della divisione in due parti del film e del ruolo di Rose Tico), ha detto la sua riguardo quasi tutte le questioni più interessanti e calde legate al film.

Riguardo il personaggio di Luke Skywalker:

Chi sta vedendo chissà quale meta-discussione fra JJ e Rian sta completamente mancando il punto della questione, secondo me. Alla fine de Gli Ultimi Jedi Luke è cambiato […] Gli Ultimi Jedi è un solidissimo atto intermedio perché tutti sembrano muoversi in una qualche direzione per poi restare inesorabilmente bloccati, come nell’Impero Colpisce Ancora. Vogliono andare avanti, ma, come in qualsiasi atto intermedio, non possono farlo […] Sarebbe una lettura errata quella secondo la quale io e JJ stiamo “litigando” in una qualche maniera con Rian. Semmai è una sorta di dialogo che facciamo con quello che Rian ha fatto facendo vedere un determinato comportamento di Luke all’inizio del film per affermare che la storia non si ripeterà e che questi personaggi sono cresciuti.

Riguardo la democrazia della Forza:

Spero che il film riesca a comunicare in maniera chiara che anche Finn sta scoprendo di essere in grado di impiegare la Forza e che la Forza è potente in lui. Finn avverte la morte di Rey e, in un momento cruciale della battaglia, Finn capisce da dove sta arrivando il segnale di navigazione della nave ammiraglia. Abbiamo voluto sfruttare questa idea, quella che Finn sia sensibile alla Forza e che, nella Galassia, ci possono essere altre persone come lui e che non devi essere necessariamente uno Skywalker o un Palpatine per essere potente nell’uso della Forza. Ma come dice in maniera esplicita Luke Skywalker ‘La Forza è potente nella mia famiglia’ quindi sappiamo anche che ci sono degli elementi ereditari con la Forza. E considerato che questa è la storia dei Palpatine e degli Skywalker, per lo meno questi nove film, abbiamo deciso di focalizzarci su questo elemento.

Riguardo il ritorno di Palpatine:

Kathy Kennedy e Michelle Rejwan avevano delle idee chiare sul come finire la storia. E in queste idee chiare rientravano alcuni snodi narrativi che loro volevano che noi impiegassimo. Ma ci hanno dato anche notevole libertà. Sapevamo che Rey e Kylo Ren erano le chiavi imprescindibili della Trilogia, ma sapevamo anche che non potevamo non trovare la redenzione per Kylo Ren, il figlio di Han e Leia. Ci sembrava che fin dall’inizio, da quando JJ ha posto le basi di Kylo Ren nell’Episodio VII, fosse un personaggio corrotto da qualcosa di più grande di lui che lo aveva portato a fare delle scelte sbagliate per tutto questo tempo […] La fonte del male che serpeggia per la galassia è questo spirito oscuro che aspetta il giusto momento per tornare in azione. L’entità conosciuta come Palpatine in questa versione – il suo corpo è morto nel Ritorno dello Jedi – è paziente e ha atteso a lungo dalla sua tana. E non posso parlare per la totalità delle idee di Kathy ma aveva questa visione d’insieme su come dovevano essere impostati questi nove film,

Riguardo la precedente sceneggiatura di Colin Trevorrow:

Io e JJ siamo abbastanza superstiziosi circa il cominciare a lavorare su del materiale che potrebbe portarci in una direzione che potrebbe essere differente da quella che sarebbe quella che naturalmente sceglieremmo. Ergo non abbiamo cominciato basandoci sul precedente script. Potrebbero esserci degli elementi che abbiamo usato ed erano anche nella precedente versione senza che ne fossimo consapevoli. A stabilire queste cose ci pensa la Writers Guild of America.

Infine, riguardo Rey che torna su Tatooine:

Posso dire con certezza che né la sceneggiatura né il film lasciano intendere che Rey andrà a vivere su Tatooine. È più una sorta di pellegrinaggio.


Star Wars: L’Ascesa di Skywalker (Star Wars: The rise of Skywalker) è un film del 2019, con J.J. Abrams alla regia, su una sceneggiatura di Chris Terrio e dello stesso Abrams, che hanno pesantemente rimaneggiato la sceneggiatura precedentemente scritta da Derek Connolly e Colin Trevorrow, dopo il licenziamento di quest’ultimo come regista della pellicola, e con Kathleen Kennedy, Michelle Rejwan e lo stesso Abrams come produttori.

La fotografia è a cura di Dan Mindel, mentre la colonna sonora è ovviamente composta da John Williams.

Nel cast Daisy Ridley (Rey), Adam Driver (Ben Solo / Kylo Ren), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Carrie Fisher (Leia Organa), Mark Hamill (Luke Skywalker), Domnhall Gleeson (Generale Hux), Lupita Nyong’o (Maz Kanata), Joonas Soutamo (Chewbacca), Kelly Marie Tran (Rose), Anthony Daniels (C-3PO), Billie Lourd (Tenente Connix), Keri Russell (Zorii Bliss), Naomi Ackie (Jannah), Dominic Monaghan (Beaumont), Richard E. Grant (Generale Pryde), Billy Dee Williams (Lando Calrissian) e Ian McDiarmid (Imperatore Palpatine).

maxderedita

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: