Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, Daisy Ridley afferma che il finale sarà meno controverso di ‘Game of Thrones’

A dicembre la lunga saga degli Skywalker giungerà ad una fine con il nono episodio, intitolato L’Ascesa di Skywalker e con J.J. Abrams di nuovo alla regia dopo Il Risveglio della Forza.

Pochi giorni fa vi abbiamo riportato il trailer che era stato mostrato durante il D23 Expo, e nel quale si vedeva una Rey versione Sith nel finale, il che ci fa già pensare che la storia possa essere controversa tanto quanto Gli Ultimi Jedi (e si spera che sia così).

Pertanto, durante un’intervista con MTV NewsDaisy Ridley, interprete di Rey, ha avuto modo di commentare come sarà secondo lei il finale del film, e dalla saga, affermando che sarà comunque meno controverso di quello di Game of Thrones.

Qui il video dell’intervista con sottotitoli in inglese.


Star Wars IX: L’Ascesa di Skywalker (Star Wars IX: The Rise of Skywalker) uscirà nelle sale italiane il 18 dicembre 2019, con J.J. Abrams alla regia, su una sceneggiatura di Chris Terrio e dello stesso Abrams, che hanno pesantemente rimaneggiato la sceneggiatura precedentemente scritta da Derek Connolly e Colin Trevorrow, dopo il licenziamento di quest’utlimo come regista della pellicola, e con Kathleen Kennedy, Michelle Rejwan e lo stesso Abrams come produttori. La fotografia è a cura di Dan Mindel, mentre la colonna sonora è ovviamente composta da John Williams.

Nel cast Daisy Ridley (Rey), Adam Driver (Ben Solo / Kylo Ren), John Boyega (Finn), Oscar Isaac (Poe Dameron), Carrie Fisher (Leia Organa), Mark Hamill (Luke Skywalker), Domnhall Gleeson (Generale Hux), Lupita Nyong’o (Maz Kanata), Joonas Soutamo (Chewbacca), Kelly Marie Tran (Rose), Anthony Daniels (C-3PO), Billie Lourd (Tenente Connix), Keri Russell (Zorii), Dominic Monaghan, Richard E. Grant, Billy Dee Williams (Lando Calrissian) e Ian McDiarmid (Imperatore Palpatine).