Star Wars Tales spiega l’origine non più canonica della spada laser di Mace Windu

Nell’intero universo di Star Wars, la spada laser del Maestro Jedi Mace Windu si distingue per il suo colore viola, rendendola davvero unica. Sappiamo perchè la spada sia di questo colore grazie a dietro le quinte della trilogia prequel, ma perché è di questa colorazione nella finzione del canone?

Che ci crediate o no, una possibile origine è stata rivelata nelle pagine della serie a fumetti di Star Wars Tales.

Secondo la tradizione Jedi, la spada laser è un’estensione del sé Jedi e una connessione con la Forza, alimentata da un cristallo quasi vivente, il cristallo kyber. La maggior parte delle spade Jedi hanno lame di colore blu o verde (alcune hanno il giallo come quella di Rey), mentre le spade laser Sith sono di colore rosso sangue. Alcuni fan potrebbero però non conoscere la vera ragione per cui la spada di Windu è viola, e per precisare la cosa cosa è stata specificatamente richiesta da Samuel L. Jackson a George Lucas, che l’ha permesso, tuttavia, la vera ragione narrativa era sconosciuta.

Star Wars Tales della Dark Horse Comics ha visto la pubblicazione del proprio 13° numero come una raccolta di racconti tutti incentrati su Windu, ed in alcuni di questi è staa fornita un’origine alla spada laser viola. Sebbene questa non sia canonica, e quindi non esista un’origine canonica reale, rimane comunque l’unica spiegazione.

Intitolato “Stones”, il racconto di Star Wars Tales raffigura il Maestro Windu che racconta il suo tempo da giovane nella sua prima missione da solista. Poiché non aveva ancora creato la sua spada laser, il Consiglio Jedi pensò che avrebbe potuto avere paura di costruire un’arma così potente e personale. Tuttavia, Windu voleva solo una sfida per trovare cristalli unici. Per questo motivo, il Maestro Jedi Yoda manda Mace sul pianeta Hurikane, dove Windu entra in contatto con grandi esseri fatti di pietra.

Percependoli ostili, Mace non perde tempo e li combatte con la Forza per vincere. Tuttavia, presto si rende conto che ha giudicato male i suoi avversari. Non erano gli ostili che inizialmente pensava di essere. Ammettendo il suo errore e assumendosi la responsabilità delle sue azioni, il giovane Windu si mette al lavoro per riparare il danno causato, usando la Forza per guarire gli esseri che aveva ferito.

Windu quindi impara che c’è di più nell’essere un Jedi che solo essere un grande guerriero, cosa che sicuramente era. Essere un Jedi è anche impegnarsi verso gli altri, in maniera umile e altruista. In quel giorno, Mace divenne un vero Jedi nonostante avesse già il titolo. Per premiare le sue azioni, le creature di pietra gli fornirono quindi un cristallo unico nel suo genere.

Naturalmente, la spada laser viola di Mace Windu era già unica e incredibilmente bella, indipendentemente dalla lettura di questa storia di Star Wars Tales. Tuttavia, la conoscenza che dei cristalli unici possono essere trovati a seguito di una così forte svolta nel percorso per diventare Jedi, rende la spada laser davvero epica. Certo, la storia potrà non far parte del canone ufficiale di Star Wars, ma senza un’alternativa ufficiale, perché non accettarla come tale fino a quando ai fan non verrà fornita un’alternativa? Esiste anche una teoria che vuole quel colore essere la rappresentazione dell’animo di Windu, diviso fra Luce e Lato Oscuro, un paladino del bene ma con una profonda conoscenza dell’oscurità, e personalmente preferisco questa versione.

La storia merita sicuramente credibilità come parte della sequenza temporale di Star Wars. In ogni caso, l’esclusiva spada laser di Mace Windu è sicuramente una delle armi più epiche nell’universo di Star Wars, per uno dei Jedi più forti di sempre.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: