Steven Spielberg: ‘Netflix fa televisione, non cinema’

Settimana prossima uscirà nelle sale Ready Player One, nuova fatica di Steven Spielberg che omaggerà la cultura pop in generale e non solo. Un film che racconta di un futuro distopico, dove la gente preferisce passare gran parte del proprio tempo nella realtà virtuale anziché preoccuparsi dei problemi politico e sociali che affliggono il mondo. E durante le varie intervista è stato chiesto al regista statunitense se crede che la realtà virtuale, comunemente chiamata VR, arriverà ad influenzare e cambiare quella che è l’industria cinematografica.

Spielberg si è rivelato essere piuttosto ottimista a riguardo, affermando che si tratta di due cose totalmente diverse e che non si arriverà ad una fusione tra cinema e VR. O meglio, si può dire che c’è già stata, basti pensare all’esperimento ad opera di Inarritu e Lubezki, però non crede che verranno confezionati veri e propri lungometraggi che potranno essere visionati solo con l’ausilio del VR:

Non è un mezzo per la narrazione narrativa. Il regista non riesce a convincere le persone, che hanno l’esperienza di prestare abbastanza attenzione. Siamo sempre in giro e ci guardiamo attorno per vedere tutto ciò che è disponibile. Non penso che la VR sarà competitiva con l’esperienza cinematografica.

Andando avanti, Spielberg ha continuato a parlare di come il progresso tecnologico stia cambiando effettivamente il modo di fare cinema, in particolare con la nascita delle piattaforma streaming legali, quali Netflix, Amazon Prime Video e Hulu, affermando che danneggiano il cinema:

Un sacco di studios oggi preferirebbero solo realizzare successi al box-office, progetti tentpole e brandizzabili piuttosto che rischiare con film più piccoli. Quei film più piccoli ora stanno Amazon, Hulu e Netflix. La televisione è davvero fiorente con qualità e arte. Ma rappresenta un pericolo chiaro e presente per i frequentatori di cinema.

In particolare il regista si è concentrato anche sul fatto che spesso questi film vengano nominati agli Oscar, come successe per Hell or High Water l’anno scorso. Secondo il regista questi film non andrebbero candidati in quanto prodotti televisivi e non cinematografici. Voi che ne dite?

E’ un argomento che attualmente si sta facendo sempre più spigoloso, ma devo ammettere che il pensiero di Spielberg è più che giusto. Il cinema vero va gustato in una sala cinematografica, e non su un semplice pc o, peggio, sul proprio cellulare. Per esempio a me, personalmente parlando, mi rode tantissimo se penso che The Irishman di Scorsese non lo potrò vedere al cinema con un audio e una qualità video che solo una sala ti può dare. Purtroppo il progresso è anche questo, e non possiamo fare altro che abbracciarlo senza opporre troppa resistenza. Tanto ci saranno sempre grandi registi, come Tarantino, Nolan e, a questo punto, anche Spielberg che vorranno sempre fare dei prodotti da mandare nei cinema e non sulle piattaforme. Ma per quanto riguarda la questione delle nomine alle cerimonie non mi trovo d’accordo. Alla fine si parla sempre di cinema, una visione moderna di questa industria, ma pur sempre cinema.


[amazon_link asins=’B005CVWWJY,B00MBUTP26,B01MZ4HCAK,B019C00IKA,B00BSNTYZ0,B01M1C261E’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’7ca0b52a-dddc-11e7-8560-457dfde78aa8′]


Ready Player One uscirà nelle sale il 29 marzo 2018, con Steven Spielberg alla regia su una sceneggiatura di Zack Penn e Ernsest Cline, il quale ha anche scritto il libro da cui è tratto il film. Nel cast Tye Sheridan (Wade Watts/Parzival), Olivia Cooke (Samantha Cook/Art3mis), Hannah John-Kamen (F’Nale Zandor), Ben Mendelsohn (Nolan Sorrento), T.J. Miller (i-R0k), Simon Pegg (Ogden Morrow), Mark Rylance (James Halliday). La fotografia sarà a cura di Janusz Kaminski, mentre la colonna sonora sarà firmata da Alan Silvestri. Ciò significa che Ready Player One sarà il quarto film del regista senza la colonna sonora firmata dal maestro John Williams, molto probabilmente impegnato con la colonna sonora di Star Wars VIII.