Suicide Squad 2: l’Incantatrice non tornerà nel sequel

Suicide Squad 2: l’Incantatrice non tornerà nel sequel

Con il grande incasso ed il successo di critica di Wonder Woman, ed il lento ma inevitabile rivalutazione di Batman V Superman da parte di molti, sicuramente è bene tornare a ricordare anche Suicide Squad e di come alla fine, anche se lodato come il miglior cinecomic DC Films per adesso, sia in realtà piuttosto mediocre e inferiore ai compagni sopracitati, compreso Man of Steel.

Nel film abbiamo visto l’introduzione della villain Incantatrice, interpretata da Cara Delevingne, che a detta personale non mi è particolarmente dispiaciuta, anzi, con il suo stile e fine malvagio ispirato a Ghostbusters, ma vista la conclusione del film possiamo immaginare che la villain non tornerà.

Suicide Squad avrà un sequel, questo lo sappiamo, quindi chi vedremo come nemico principale della nuova pellicola sulla task force x? Per il momento non ne abbiamo idea tuttavia la Delevingne ha avuto modo di commentare un suo possibile ritorno stroncando le speranze:

“E’ stata un’esperienza che ti cambia la vita e naturalmente mi piacerebbe partecipare ad un altro, ma non penso che avrebbe molto senso per il personaggio. Probabilmente mi insinuero sul set per divertirmi con qualcuno.”

Fra le altre informazioni a quanto pare il film non vedrà il ritorno di David Ayer alla regia, visto che il regista di Fury sarà impegnato con lo spin-off Gotham City Sirens, e stando alle ultime indiscrezioni la Warner nella ricerca di un nuovo direttore parrebbe aver come prima scelta il regista Jaumet Collet-Serra.

I rumor che volevano Mel Gibson essere in procinto di accettare la regia del film si sono rivelati veritieri, ma stando a The Hollywood Reporter le continue “rettifiche” dello script e il conseguente posticipare continuo delle riprese avrebbero scoraggiato il regista portandolo a rinunciare.

Stando al sito la casa di produzione vorrebbe cercare di iniziare le riprese del cinecomic nel 2018, così da poter distribuirlo nel 2019. In ultimo per quanto riguarda la sceneggiatura pareva dover essere affidata a Adam Cozad, ma adesso sembrerebbe invece esser stata presa in mano da Zak Penn che ha ricominciato totalmente da capo.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: