Super Mario: l’annuncio del cast del film attira polemiche e troll su Twitter

A trent’anni dalla sua prima apparizione in un videogioco, Mario sta per affrontare la sua più grande battaglia: su Twitter.

Il cast di un film di prossima uscita basato sulle avventure di Mario e della sua variegata troupe è stato messo alla gogna per il suo bizzarro ensemble di attori di serie A. Rivelato in un annuncio a sorpresa da Nintendo, l’adattamento animato del franchise di Super Mario Bros vedrà Chris Pratt come la voce del famoso idraulico italiano.

Il film, in sviluppo dal 2017, includerà anche il comico Charlie Day nei panni del fratello Luigi, Anya Taylor-Joy nei panni della Principessa Peach, Keegan-Michael Key nei panni di Toad e Jack Black nei panni di Bowser.

A completare il cast ci sono Seth Rogen e Fred Armisen nei panni di Donkey Kong e suo nonno, Cranky Kong.

In particolare, nessun membro del cast è italiano, un fatto che ha generato centinaia di battute e meme sui social media. Non è chiaro se gli attori interpreteranno i loro ruoli con un accento italiano.

Gli utenti di Twitter sono stati anche rapidi nel condividere i propri fanta-casting per il film di Mario, composti da famosi attori italiani come Robert De Niro e Danny DeVito, nonché, inspiegabilmente, dall’autore tedesco Werner Herzog.

Questa non è la prima volta che Pratt viene preso di mira per la sua affiliazione con un franchise globale.

Nel 2019, la sua partecipazione alla megachiesa Hillsong ha attirato le critiche dell’attore Elliot Page, che ha descritto la chiesa come “infamemente anti-LGBTQ”. Pratt ha negato l’affermazione, dicendo che la sua chiesa “apre le sue porte a tutti” e che “crede che ognuno abbia il diritto di amare chi vuole”. Il fondatore di Hillsong Brian Houston ha precedentemente affermato che Hillsong ha accolto le persone gay, “ma non siamo una chiesa che afferma uno stile di vita gay”.

L’anno scorso, Pratt ha fatto luce sull’essere stato votato il peggior Chris di Hollywood in un dibattito informale su Twitter, in mezzo a una lega che includeva anche i vari Chris Pine, Evans e Hemsworth: “Chi è il migliore Chris? È uno di questi”, ha detto.

La controversia sul casting è una sorta di presagio per un franchise che è stato assediato da adattamenti sfortunati.

Nel 1993, i fratelli italiani inclini al rischio sono stati interpretati da Bob Hoskins e John Leguizamo in Super Mario Bros: The Movie, un flop critico e commerciale che è stato ampiamente deriso per la sua trama inverosimile e l’ambientazione distopica di un universo a misura di famiglia, tanto che il compianto Hoskins ha citato il film come il suo “peggior lavoro” e la “più grande delusione” in un’intervista del 2011 con il Guardian.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: