Superman: Richard Donner ricevette minacce di morte per il suo film

Come sappiamo, nel 1978, uscì al cinema il Superman di Richard Donner, con Christopher Reeve nei panni dell’Uomo D’Acciaio e fu un grande successo di pubblico e critica, rilanciando al cinema i supereroi della DC Comics, ma in una recente intervista, il cineasta ha svelato di aver ricevuto numerose minacce di morte a causa di alcuni parallelismi con la religione crisitiana presenti nel film.

Queste le parole del regista ai microfoni di Telegraph: “Hanno minacciato la mia vita. Una donna ha scritto una lettera chiedendomi perché avessi osato paragonare Brando a Dio e Christopher Reeve a Gesù. Disse che il mio sangue sarebbe scorso per le strade. Immagino che se fai un buon film, qualcuno lo possa prendere come qualcosa di reale. L’intera questione consisteva nel salvare un’immagine di quello che pensavo che Superman dovesse essere, e cosa significava per me da bambino, cosa ho rispettato nei creatori del personaggio e gli elementi a cui speravo che il pubblico, specialmente i bambini, si sarebbero sentiti più legati. Sembra stupido dire che volevo salvare Superman, ma dalla direzione in cui stava andando prima che io e Tom ci mettessimo d’accordo, penso che in una certa misura l’abbiamo salvato”

Oltre a questo, Donner ha voluto dire la sua anche sulla Snyder Cut, in uscita a Marzo 2021, e si è detto vicino a Zack Snyder e ha trovato “meraviglio” il fatto che lui abbia avuto l’opportunità di fare il suo film, cosa che a Donner fu negata con Superman II fino all’uscita della sua versione nel 2006.

Fonte

FearTheLuke

FearTheLuke

Sin da piccolo, la bravura nella nullafacenza lo ha portato ad appassionarsi alla scritturam, al cinema e ai videogames. In questo modo è riuscito ad entrare in mondi fantastici e straordinari da esplorare, fino a quando non si è buscato una freccia nel ginocchio.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: