Swamp Thing: Gary Dauberman rivela tantissimi dettagli riguardo la serie live-action

Il servizio streaming DC non è ancora in funzione, ma intanto sono già diversi i contenuti che questa nuova piattaforma streaming sarà in grado di offrire. Abbiamo la serie TitansDoom Patrol e anche quella incentrata su uno dei personaggi più particolari di casa DC: Swamp Thing. Un personaggio trattato in una graphic novel firmata dal maestro Alan Moore,  e per questo risulta essere una figura particolarmente complessa, come ha specificato lo sceneggiatore della serie Gary Dauberman.

Dauberman è sceneggiatore principalmente di film horror quali The Nun, i due IT e i vari film su Annabelle, e forse è proprio per questo che è stato scelto. Chi ha visto il primo trailer della serie Titans saprà che questa avrà un tono molto, molto, dark, che verte quasi sull’horror, e sembra che sarà così anche per Swamp Thing. Infatti l’obiettivo di Dauberman non è solo quello di creare un prodotto pseudo-horror, ma anche quello di trattare argomenti piuttosto importanti e adulti esattamente come ha fatto Alan Moore nella sau graphic novel, che risulta essere la principale fonte di ispirazione per la serie.

Infatti, ecco quanto dichiarato da Dauberman durante un’intervista con /Film, iniziando col parlare della libertà creativa offerta dalla DC:

Questa è la prima cosa, quando hai parlato prima della valutazione di The Nun, abbiamo sempre cercato di rendere Swamp Thing più dura che potevamo e di illustrare con la violenza, con i temi degli adulti e renderlo il più spaventoso possibile. Dato che lo stiamo facendo attraverso il servizio di streaming DC, ci hanno davvero spinti, anche se non hanno dovuto spingere forte, per farci essere il più estremi possibile. Ci siamo davvero ispirati alla serie di Alan Moore in Swamp Thing , penso che questo punto di riferimento valga: i fan di quella serie sapranno che diventa piuttosto strano, estremo e spaventoso. Volevamo davvero essere all’altezza di quello standard che Moore ha creato negli anni ’80.

In più Dauberman ha rivelato che per realizzare il personaggio hanno utilizzato un vero e proprio costume di scena anziché solamente la CGI, ma che risulterà essere sicuramente migliore di quella utilizzata nelle serie tv e nei film:

Swamp Thing stesso sembra incredibile quello che Justin Raleigh e i ragazzi di Fractured stanno facendo con la tuta. Quindi sembrerà fantastico e meno un ‘uomo vestito’ come hai visto nel film e nell’altro show televisivo.

Infine lo sceneggiatore ha rivelato che si tratterà una serie sulle origini del personaggio, di come Alec Holland diviene il mostro della palude, ma il tutto verrà raccontato da un altro punto di vista, ovvero quello di Abby Craine, che sarà interpretata da Crystal Reed, Sophia Falcone della serie tv Gotham:

Sì, è la storia di origine della Swamp Thing ed è Alec Holland che lotta con chi è diventato. Molto di questo è raccontato dal punto di vista di Abby Arcane.

Come serie tv sembra veramente interessante, e devo dire risulta essere sicuramente più intrigante di tutte le altre che approderanno sulla piattaforma streaming della DC. Che ne dite?


[amazon_link asins=’8467495529,8833047075,8868738600,8869713288,8869716317,8869717755,8893512041,1401258700′ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5a69d384-b5d0-11e8-8133-b366edf32fc1′]


Swamp Thing sarà una serie tv statunitense prodotta dalla DC Comics, per la propria piattaforma streaming DC Universe, scritta da Gary Dauberman e Mark Verheiden e basata sulla graphic novel scritta da Alan Moore. La serie sarà prodotta da Len Wiseman, Michael Clear, Rob Hackett, Mark Verheiden, Gary Dauberman e James Wan, mentre sarà diretta da Line Wiseman. Nel cast Crystal Reed (Abby Craine) e Maria Sten (Liz Tremayne).

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: