Swamp Thing: Ian Ziering, Derek Mears e la delusione per l’annullamento della serie

Poche cose sono così calde nel mondo della cultura pop in questo momento rispetto ai fumetti, con vari adattamenti di personaggi ben noti che arrivano sia al cinema che in televisione.

Leggi anche: i motivi dietro la cancellazione di Swamp Thing

Sfortunatamente, non tutti gli adattamenti ottengono gli stessi livelli di successo, e un vero shock in questi termini è stata la cancellazione della serie originale DC Universe, Swamp Thing, dopo appena un solo episodio. Ciò che ha reso le notizie ancora più difficili da gestire è appunto che questa conferma è arrivata solo dopo il debutto del primo episodio, impedendo ad alcuni spettatori di investire emotività nel programma. Mentre alcuni fan hanno rinunciato alla serie, la star Ian Ziering pensa che questa possa comunque in qualche modo essere resuscitata.

Penso che sia del tutto possibile“, ha condiviso Ziering con SYFY WIRE nel discutere delle petizioni che sono spuntate chiedendo che la serie fosse salvata. Ha anche osservato che la cancellazione è stata “la più grande delusione della mia carriera professionale“.

“Stavo rivivendo la mia giovinezza e il divertimento del bambino di 8 anni dentro di me che interpretava il diavolo blu, lavorando con Derek Mears e Crystal Reed, e tutte le persone in quello show. James Wan… è stato uno show così incredibile. È molto triste che si sia concluso con 10 episodi, incompiuto. So che avevano piani per così tanti episodi.”

Swamp Thing segue Abby Arcane mentre indaga su quello che sembra essere un micidiale virus nato in una palude in una piccola città della Louisiana, ma scopre presto che la palude contiene segreti mistici e terrificanti. Quando dalla palude oscura emergono orrori inspiegabili e agghiaccianti, nessuno è al sicuro.

Mears, che ha interpretato il mostruoso eroe DC Comics, ha espresso la sua delusione per l’annullamento della serie.

“Ciò che ha reso lo show così speciale è stato che fra il cast e la troupe non c’era una gerarchia”, ha dichiarato l’attore. “Eravamo una squadra. Ci piacevamo tutti sinceramente. Non importava cosa avessi fatto o chi fossi, ci siamo rispettati tutti come artisti e in base a cosa abbiamo portato allo show.”

Dalla cancellazione della serie sono emersi vari rapporti sul motivo della sua conclusione, che vanno dai problemi di budget di produzione alle voci secondo cui lo show non avrebbe avuto successo, con la Warner che aveva pianificato di demolirla fin da subito. Mears, tuttavia, apprezza ciò che ha realizzato, nonostante non abbia avuto la possibilità di partecipare a una seconda stagione.

“Sono così felice che i fan e i critici si siano davvero divertiti con lo show. È un peccato che non stia andando avanti e non sappiamo se sia possibile in futuro, ma il lato positivo è che la coppa è piena per metà. Dobbiamo fare un film di Swamp Thing di 10 ore.”

Fonte