Tamzin Merchant non ha rimpianti di aver abbandonato Game of Thrones dopo il pilot scartato

Emilia Clarke sarà conosciuta per sempre come Daenerys Targaryen grazie al suo periodo nella serie di successo di HBO, Game of Thrones, ma non è l’attrice originariamente scelta per il ruolo della Madre dei Draghi. Quell’attrice è Tamzin Merchant, che interpretò Daenerys nel famigerato pilot originale di GOT che HBO ha scartato. Quando la rete ha ricostruito GOT, Merchant è stata lasciata andare e sostituita da Clarke.

La Merchant ha taciuto a lungo sulla sua storia con la serie, ma ha rilasciato la sua prima ampia intervista sull’argomento a EW (via IndieWire) e ha rivelato che la sua esperienza nel pilota scartato non è stata una passeggiata nel parco.

“Partecipare alle riprese di quel pilota è stata una lezione davvero fantastica per me”, ha detto Merchant. “E’ stata un’affermazione sull’ascoltare i miei istinti e seguirli, perché ho cercato di tirarmi indietro da quella situazione e, durante la procedura contrattuale, l’ho fatto. Successivamente delle persone molto convincenti mi avevano coinvolta di nuovo. Poi mi sono ritrovata nuda e spaventata in Marocco, andavo a cavallo e l’animale era chiaramente molto più eccitato di essere lì rispetto a me.”

Secondo EW, Merchant si riferisce alla “prima notte di nozze di Daenerys nel pilot che includeva nudità”. La versione con Merchant è stata girata più come una sequenza di seduzione a differenza del pilot con Clarke. Un’inquadratura della scena di sesso è stata interrotta dal cavallo che aveva un’erezione.

“È stata una lezione riguardante il fatto che se le mie viscere mi stanno raccontando una storia, non è qualcosa che sono entusiasta di raccontare, allora non dovrei cercare di essere eccitata solo perché altre persone mi dicono che dovrei essere eccitata”, ha detto Merchant della sua esperienza in GOT. “Non avevo alcuna formazione come attrice, solo il mio istinto. E ciò che mi eccitava e ciò che mi spingeva erano una storia e un personaggio avvincenti. Quindi per me Game of Thrones non è mai stato così. Penso sia una dimostrazione del talento di Emilia Clarke che è riuscita a rendere quel ruolo iconico: era ovviamente eccitata all’idea di raccontare quella storia ed è stata epica ed eccellente. Ma per me, non sentivo nel mio cuore il desiderio di raccontarla.”

Quando Merchant è stata sostituita da Clarke, nessuno coinvolto in GOT aveva idea che lo show sarebbe diventato uno dei drammi televisivi più importanti del 21° secolo. Merchant ha ricordato che lo spettacolo stava guadagnando popolarità: “È stato un po’ divertente andare alle audizioni sugli autobus con la faccia di Emilia Clarke sopra. Tipo: ‘oh, il mio mezzo di trasporto è piuttosto interessante oggi!‘.”.

Merchant non ha rimpianti circa l’esser stata liberata dal suo contratto con GOT, e crede che se fosse stata costretta a continuare con lo spettacolo non sarebbe la persona creativa che è oggi.

“Inoltre, se fossi molto ricca e famosa, non avrei tempo per fare tutte le cose che la mia anima ha bisogno di fare”, ha detto Merchant. “Esprimermi in modo creativo è un bisogno più importante di qualsiasi ricchezza che avrei potuto ottenere da quella parte. Penso che Emilia Clarke sia stata fantastica, e non ho rimpianti, semplicemente non sarei la creativa che sono oggi. Sono profondamente grata di aver rivendicato il mio percorso per scolpirlo con le mie mani.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: