Taron Egerton parla di Rocketman e della sensazione sul set di Robin Hood

In una lunga intervista per The Big Ticket di questa settimana, il podcast di Variety e iHeart, Taron Egerton, star di Rocketman, ha parlato con la nota intestazione giornalistica abbiamo parlato di come è stato diventare Elton John (e possibilmente esibirsi con la leggenda della musica agli Oscar), cantando per Joni Mitchell e come si è sentito veramente per il suo film su Robin Hood, rivelatosi un flop.

Riguardo a Rocketman pare che la cosa che l’ha sorpreso maggiormente riguardo Elthon John e la sua storia è che ci sono “dettagli del suo consumo di droghe che sono inquietanti, e che probabilmente non hanno bisogno di essere ripetuti“, ma che tutto ciò non è la cosa più interessante da dire in merito, per quanto Egerton sia rimasto sorpreso nel venire a conoscenza della cosa, e comprendere quanto sia timido, dolce e insicuro.

“[…] Le quattro volte in cui ho cantato con lui, puoi vedermi diventare progressivamente più rilassato. Puoi vederlo! Da Tiny Dancer alla festa degli Oscar di John, dove tremo, e la successiva volta a Cannes, dove sono un po’ più rilassato, probabilmente con l’aiuto di alcune birre francesi. E poi sono uscito e ho cantato Your Song con lui all’inizio della tappa britannica del suo tour a Brighton.”

Come sappiamo, Egerton ha recitato un anno fa nel ruolo di Robin Hood nel film del regista Otto Bathurst. Il film d’azione-avventura è stato una bomba in negativo al botteghino e un fallimento di critica.

“Non è stato assolutamente il film per cui ho firmato”, ha detto, aggiungendo, “Mi è stato presentato in un modo diverso. Penso che sia stato realizzato dal comitato e penso che abbia perso la propria visione. Non ero molto felice sul set. Non mi sono divertito molto.”