Terry Gilliam ricorda la produzione di Parnassus e la morte di Heath Ledger

L’uomo che ha ucciso Don Chisciotte di Terry Gilliam è finalmente uscito nelle sale quest’anno dopo decenni di sviluppo, ma non è l’unica produzione problematica del regista.

Nell’ultimo episodio del Couch Surfing di PeopleTV (via EW), Gilliam si è seduto con l’ospite Lola Ogunnaike per discutere di Parnassus – L’uomo che voleva ingannare il diavolo – in particolare com’è stato quando la star del film, Heath Ledger, è morta nel bel mezzo delle riprese.

Il regista ricorda ancora esattamente dove si trovava quando ha sentito la tragica notizia.

“Lavoravo nel reparto artistico cercando di risparmiare 15.000 dollari su un set. Amy, mia figlia, è entrata e ha detto: ‘devi venire in ufficio’. Ho detto: ‘Sono occupato’, ma lei ha ribattuto dicendo: ‘ora!’.”, ha ricordato Gilliam. “Mi ha portato in ufficio, ed è stato sulla BBC che l’ho appreso: Heath Ledger era morto. Siamo tutti crollati e ci siamo sdraiati per terra per tutto il giorno, non sapendo cosa fare. Era come se un membro della famiglia fosse morto.”

Ovviamente, un’altra delle preoccupazioni chiave di Gilliam e dei suoi collaboratori, era trovare qualcuno che sostituisse Ledger nelle scene rimanenti. Gilliam ha ricordato che non c’era “nessun attore che potesse sostituire Heath e quello che stava facendo nel film”, quindi alla fine si sono basati su non uno ma tre sostituti: Johnny Depp, Jude Law e Colin Farrell. Una volta che Depp è salito a bordo, Gilliam ha detto che ha contribuito a ristabilire le finanze del film.

“Non sapremo mai come sarebbe stato il film con Heath per tutto il tempo, ma quello che abbiamo è comunque davvero magico.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: