Thandie Newton ha rivelato cosa l’ha portata ad allontanarsi dal Charlie’s Angels del 2000

L’attrice di Westworld, Thandie Newton, ha rivelato i fastidiosi incidenti che l’hanno portata ad allontanarsi dal film Charlie’s Angels del 2000.

Thandie Newton ha avuto una carriera redditizia a Hollywood, apparendo sia in film che in televisione per quasi 30 anni. Ha lavorato due volte al fianco di Tom Cruise, prima in Intervista con il vampiro e poi in Mission: Impossible 2. È apparsa anche nel film vincitore del premio Oscar del 2005, Crash, nonché nel film antologico di Star Wars, Solo: A Star Wars Story. Più recentemente recita nel Westworld della HBO nei panni dell’androide senziente Maeve. Da allora ha ricevuto un Emmy e un Golden Globe per la sua interpretazione come il personaggio.

Thandie Newton in precedenza ha parlato dell’abuso sessuale che ha subito da giovane attrice, che è stata respinta o male interpretata dai media. È stata anche vittima di oggettivazione e stereotipi razziali da parte di persone dietro la macchina da presa, qualcosa che ha spesso influenzato il suo desiderio di recitare a Hollywood. Ora, l’attrice ha fornito più dettagli che mai su ciò che le è successo alla Sony.

La Newton si è seduta con Vulture (via SR) per avere una conversazione aperta e schietta sulla sua carriera e vita personale. Newton ha citato un caso in cui è venuta via da un film di grande successo, Charlie’s Angels, perché non era a suo agio nella direzione in cui stavano andando con il suo personaggio. Il regista descrisse il primo film con entusiasmo, dicendo: “Non vedo l’ora. Stiamo per girare… Penserai che è come una linea gialla lungo una strada, e che se ti tiri indietro ti rendi conto che ci sono le cuciture, perché il denim è così stretto sul tuo culo che sembrerà asfalto“.

Newton ha espresso il suo disappunto, in particolare circa un esperienza negativa con Amy Pascal. L’attrice ha avuto un incontro con il capo dello studio, dove Pascal ha cercato di incoraggiare Newton ad appoggiarsi agli stereotipi afroamericani per il suo personaggio. Newton ha affermato che Pascal ha detto che voleva rendere il personaggio “credibile“, suggerendo che “potrebbe esserci una scena in cui sei in un bar e lei si alza su un tavolo e inizia a scuotere il suo sedere“. Quando l’attrice ha quindi contestato la cosa dicendo che non sarebbe mai stata una cosa che avrebbe fatto, Amy Pascal avrebbe detto che Newton era “diversa“.

L’attrice ha continuato spiegando che il film è stato un grosso problema per lei e che Vogue aveva chiesto a lei e alle sue due co-protagoniste di apparire sulla copertina, ma che ha rifiutato di trovarsi in una posizione in cui sarebbe stata oggettificata. Ha detto che se qualcosa del genere le fosse successo oggi, avrebbe tentato di “interrompere tutto piuttosto che scappare”. Nonostante la sua esperienza negativa con il film, Newton si è anche complimentata con le donne che hanno finito per recitare in Charlie’s Angels (Lucy Liu, Drew Barrymore e Cameron Diaz), definendole “brillanti”.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: