domenica, Luglio 14, 2024
HomeFilm"Thanksgiving": il film horror che cambierà per sempre il modo in cui...

“Thanksgiving”: il film horror che cambierà per sempre il modo in cui vedi Patrick Dempsey e le feste!

Riponete l’immagine del caldo Ringraziamento, con i suoi tacchini arrostiti e le sue zucche, in un angolo nascosto della mente. Quest’anno, il clima festoso sarà annacquato dal colore rosso intenso del sangue. Eli Roth, l’acclamato regista noto per avere dato una nuova sfumatura ai film horror contemporanei, ha deciso di immergere l’America nel cuore oscuro della sua festa più tradizionale.

Sembra ieri quando nel lontano 2007, Roth aveva presentato un misterioso finto trailer durante il double feature “Grindhouse” di Rodriguez e Tarantino. Questo enigma cinematografico, lasciato in sospeso per quasi un secolo, ora prende vita, materializzandosi in “Thanksgiving”. Da quando ha fatto il suo debutto con “Cabin Fever”, Roth ha sempre impressionato, raggiungendo l’apice con la disturbante saga di “Hostel”. E sebbene negli anni recenti abbia esplorato progetti diversificati, come il toccante “Il mistero della casa del tempo”, Roth sembra desideroso di ritornare ai toni sanguinari che tanto lo hanno reso celebre.

"Thanksgiving" arriva in sala
“Thanksgiving” arriva in sala

La trama è fuori da ogni immaginazione

La trama? Proprio come l’oscurità che avvolge la serata di Halloween, “Thanksgiving” promette brividi e suspense. Plymouth, una tranquilla cittadina del Massachusetts, vede la sua pace infrangersi quando un Black Friday si trasforma in una catastrofe. E come se non bastasse, uno spietato serial killer soprannominato John Carver, con un’insolita predilezione per il travestimento da pellegrino, emerge dalle ombre per seminare terrore. Ma dietro ogni sua azione, sembra celarsi un macabro piano di vendetta, che ha come obiettivo un gruppo di giovani. Giovani che, a quanto pare, custodiscono segreti oscuri e scomodi.

E nel mezzo di questo caos, chi meglio di Patrick Dempsey, l’amato dottore di “Grey’s Anatomy”, per indossare la stella dello sceriffo e cercare di riportare ordine? Ma attenzione, perché tra le vittime designate, spicca una giovane promessa del mondo digital, Addison Rae, la regina di TikTok che ora vuole conquistare anche il cinema, affiancata dall’esperta Gina Gershon.

La data di uscita di “Thanksgiving”

Marcatelo sul calendario: il 17 novembre, il silenzio delle sale americane sarà rotto dai battiti accelerati dei cuori degli spettatori. “Thanksgiving” sta arrivando, e con esso, una festa che non dimenticherete facilmente.

L’attesa è palpabile, quasi come la nebbia che avvolge una notte scura. L’industria cinematografica, da anni abituata ai ritmi frenetici di uscite e blockbuster, sta trattenendo il fiato. Il motivo? “Thanksgiving”, una produzione che promette di sconvolgere il genere horror e di riscrivere le regole del gioco. I fan, da mesi, analizzano e discutono il trailer fotogramma per fotogramma, cercando di cogliere indizi e anticipazioni. Le teorie si moltiplicano: chi sostiene che John Carver potrebbe avere radici nella storia della vera Plymouth, chi si chiede se il gruppo di giovani potrebbe rappresentare una metafora delle paure e delle ansie delle nuove generazioni.

E poi c’è Patrick Dempsey. La sua scelta come protagonista ha sollevato più di un sopracciglio, ma i fan sono elettrizzati dalla prospettiva di vederlo in un ruolo così lontano dai camici bianchi e dalle sale operatorie. E Roth? Si gode, beato, l’anticipazione del pubblico, sapendo che ogni sua mossa è seguita con trepidazione. “Thanksgiving” non è solo un film; è un evento, una rivoluzione che tutti aspettano di vivere sulla propria pelle.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -

Ultime News

Recent Comments