The Batman: la Bat-Caverna, Wayne-Manor e l’ispirazione da una leggenda newyorkese

Nell’atto di apertura di The Batman, il Bruce Wayne di Robert Pattinson si ritira nella sua caverna dopo una notte di giustizia. Guida la sua moto attraverso le strade deserte e all’interno di stazioni della metropolitana abbandonate fino a quando non torna finalmente a casa ai livelli inferiori della Wayne Tower, la sua base operativa.

È un’idea completamente nuova per il personaggio i cui Wayne Manor e Bat Cave sono stati precedentemente alla periferia della città, e le radici di questa versione provengono da una leggenda metropolitana su New York City. Parlando nel recente The Art of The Batman, lo scenografo James Chinlund spiega:

“Se la [famiglia] Wayne avesse costruito questa torre negli anni ’20, cosa ci sarebbe sotto che offrirebbe l’opportunità di dare vita ad una grotta? C’è una stazione ferroviaria sotterranea al Waldorf Astoria di New York, il mito è che c’è un treno parcheggiato lì da tempo, e l’idea è che ogni volta che il presidente è in città, se c’è un’emergenza e deve andare via, possono guidarlo lungo questo tunnel segreto al Waldorf e portarlo fuori città con discrezione. Ho sempre amato quell’idea e ho pensato che fosse così romantico, quindi ho pensato al concetto che, se tu fossi i Wayne e avessi creato questa città, probabilmente avresti avuto il tuo terminal dei treni segreto sotto la torre.”

Il regista Matt Reeves ha anche parlato del suo sentimento figlio del progetto per la Wayne Tower nel film, e delle basi nell’essere qualcosa costruito dai vecchi antenati di Bruce, descrivendolo come “un posto in cui i Rockefeller o i Vanderbilt avrebbero potuto vivere”.

“La Wayne Tower, nei film, è solitamente il fulcro degli affari della Wayne Enterprises”, ha detto Reeves nel libro. “Ma volevamo prendere questa torre gotica e trasformarla nella casa di Bruce. Sarebbe stato un vecchio grattacielo che ha visto giorni migliori, ma dalla cui cima potresti vedere Central Park.”

Reeves ha aggiunto che un’altra fonte di ispirazione per lui, per l’aspetto della Wayne Tower, è stato il documentario dei fratelli Maysles Grey Gardens, il film del 1975 su una madre e una figlia che vivono in una villa abbandonata a New York.

“L’idea era far emergere il decadimento in modo da poter vedere ciò che era una volta ma non è più. Quel senso di bellezza del decadimento e di come riflettesse Bruce, il suo personaggio era la chiave. Non si preoccupa più della storia della sua famiglia. È così preso dalla sua missione, è come una droga per lui: è dipendente dall’essere Batman. Quindi, quando guardi da vicino l’interno di Wayne Manor, sembra il posto per qualcuno così.”

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: