The CW non ridurrà il numero di episodi delle sue serie a seguito della pandemia

Più di una dozzina di serie amate dai fan della CW non presenteranno al più presto le loro nuove stagioni, almeno non fino a gennaio 2021 – e alcune molto più tardi. Ma questo significa che quelle stagioni si accorceranno?

Come rivelato all’inizio di questa settimana, il programma autunnale della CW è sospeso fino al nuovo anno. Fino ad allora, la lista di prodotti della rete per il quarto quadrimestre sarà colmato da serie acquisite (tra cui la serie di breve vita di DC Universe, Swamp Thing, e la recentemente conclusa di CBS All Access, Tell Me a Story), che e restituirà momenti importanti nel palinsesto a serie come Pandora e The Outpost, e progetti alternativi come Whose Line Is It Anyway? e Penn & Teller.

Supponendo che la produzione ritornino alla normalità dopo la pandemia, diciamo nel tardo autunno, ciò restituirà libertà alle produzioni come The Flash, Batwoman, Legacies, Riverdale e All American, spostando la loro data di premiere a gennaio 2021, insieme alla nuova serie Superman & Lois e il reboot di Walker Texas Ranger con Jared Padalecki.

Come ovviamente una manciata di spettacoli di ritorno, tipo Supergirl, Dynasty, Legends of Tomorrow e Roswell NM, non sarà presentata in anteprima fino alla primavera del 2021, per quanto riguarda Supergirl potrebbe volerci anche di più.

Anche così, tutte le serie dovrebbero produrre la solita quantità di episodi, una volta che la produzione riprenderà.

“Stiamo pianificando di produrre lo stesso numero di episodi”, ha dichiarato a TVLine il presidente di The CW, Mark Pedowitz, quando gli è stato chiesto se questa programmazione sfalsata potesse comportare stagioni più brevi. “Abbiamo alcuni spettacoli che avranno 22 o 20 [episodi], altri invece ne avranno 13, il punto di partenza per le nuove serie. Abbiamo in programma di continuare [con questo obiettivo in mente, e vedremo come il mondo andrà avanti.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: