The Falcon and the Winter Soldier: Daniel Brühl parla della fan-theory attorno alla maschera di Zemo

Anche se la Fase 4 della Marvel è appena iniziata, la ricaduta degli eventi sia in Avengers: Infinity War che in Avengers: Endgame è stata una forza trainante nella sua nuova fase narrativa.

La seconda serie Disney +, The Falcon and the Winter Soldier, è incentrata su come Sam Wilson e Bucky Barnes stanno affrontando sia il passato che il presente dopo Blip. Ma nell’episodio 3 intitolato “Power Broker”, i due eroi sono costretti a collaborare con un cattivo del passato il cui nuovo look potrebbe essere stato ispirato dallo stesso Titano Pazzo.

In un’intervista con Entertainment Tonight (via TD), Daniel Brühl che riprende il ruolo del barone Helmut Zero da Captain America: Civil War, ha risposto alla speculazione secondo cui la nuova maschera del suo personaggio somiglia intenzionalmente a Thanos, rimanendo sul vago e dicendo apertamente: “Non ti dirò niente!”.

“Beh, come il mio personaggio Zemo, adoro essere opaco e misterioso, riservato ed enigmatico, e non ti dirò niente! Dovrai dare un’occhiata. Non potrei e non vorrei rispondere a questa domanda.”

A parte le mosse di danza del cattivo, gran parte del brusio attorno al terzo episodio della serie derivava dall’apparizione di Ayo dal Wakanda che chiedeva di Zemo. Il Wakanda chiaramente non ha dimenticato che Zemo è responsabile della morte di Re T’Chaka, e alla domanda su cosa significhi per Zemo, Brühl ha risposto dicendo: “ci saranno svolte e sorprese molto interessanti”.

“Sono il maestro degli spoiler, quindi sono davvero spaventato a morte quando si tratta di queste domande. [Ride] Preferirei non dire una parola. Devi solo guardare la serie. La cosa che mi ha davvero colpito è che sono riusciti a mantenere quel livello cinematografico nello show. Sembra davvero un film di 6 ore, e ci saranno svolte e sorprese molto interessanti, te lo posso assicurare, ma preferisco non dire niente!”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: