The Last Duel: Ben Affleck spera che il film generi “molta catarsi ed empatia” tra il pubblico

Ben Affleck spera che il suo ultimo film, The Last Duel, generi “molta catarsi ed empatia” tra il pubblico dell’epopea storica diretta da Ridley Scott, che sarà presentata in anteprima venerdì al Festival del cinema di Venezia.

Parlando in una conferenza stampa venerdì pomeriggio, Affleck ha detto che la storia è “quella che speravo avrebbe sviluppato nello spettatore un senso di compassione e l’idea che potremmo guardarci l’un l’altro in un modo diverso, con più empatia, chiedendoci se la nostra prospettiva personale possa non prendere in considerazione completamente la realtà, la storia, la cultura e l’educazione dell’altro”.

Basato su eventi reali, The Last Duel è una storia di tradimento e vendetta ambientata nella brutale Francia del XIV secolo. La storia è incentrata su un’accusa di Marguerite de Carrouges (Jodie Comer), la moglie di Jean de Carrouges (Matt Damon), che Jacques Le Gris (Adam Driver) l’ha aggredita sessualmente. Il destino di tutti e tre deve essere deciso in un duello all’ultimo sangue.

Affleck ha detto che il personaggio di Marguerite è stato per lui una delle principali attrattive nella realizzazione del film.

L’attore, arrivato giovedì a Venezia con la fidanzata Jennifer Lopez, ha elogiato la “forza e il coraggio straordinari” di Marguerite. Nel frattempo, ha caratterizzato la storia una incentrata su una persona “a cui è stato fatto un grande torto e che fa di tutto per cercare giustizia con un grande rischio per se stessa“.

L’attore ha detto che “è stato importante e interessante raccontare una storia che non fosse solo un atto d’accusa contro una persona cattiva, ma che indicasse l’antecedente culturale che l’Europa e i paesi colonizzati dai paesi europei condividono, il non vedere le donne per molti, molti secoli, come esseri umani, ma come proprietà“.

La sceneggiatura è di Nicole Holofcener, Affleck e Damon, basata sul libro di Eric Jager. Il film è prodotto da Scott, Kevin J. Walsh, Jennifer Fox, Holofcener, Damon e Affleck.

Scott è il destinatario del premio Cartier Glory to the Filmmaker del festival: “dedicato a una personalità che ha dato un contributo particolarmente originale all’industria cinematografica contemporanea”. La cerimonia di premiazione si svolgerà venerdì al Palazzo del Cinema, prima della proiezione di The Last Duel.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: