The Last of Us 2: un magazine non ben noto pare riportare alcuni dettagli!

Durante il Playstation Meeting una delle notizia che più aspettavamo nei della redazione, oltre alla rivelazione che poi non c’è stata della Play Station 5, sostituita dalla Play Station 4 PRO con un sistema che sostiene il 4K, è sicuramente l’annuncio dei videogiochi di nuova generazione.

Fra i vari Days Gone, Horizon: Zero Dawn, che sono quelli che ci hanno colpito di più, il nuovo sequel di Mass Effect e dei test screening per i videogiochi giocabili con il Play Station VR, attendevamo qualche notizia dalla Naughty Dog, che rivelasse magari un DLC per Uncharted o il sequel di The Last of US.

Niente di tutto questo è arrivato, ma oggi vi riportiamo un interessante notizia che vi raccomandiamo di prendere con le dovute “pinze”. Da un magazine di cui non ci è dato sapere il nome arriva una pagina descrittiva dove vengono riportate alcune informazioni.

Pare che nella pagina che vi riportiamo in calce alla notizia venga riportato che sia stato rivelato che il sequel baserà la propria storia su Ellie, e nella pagina ci viene anche descritta. Neil Druckmann ha dichiarato in un intervista con questo sconosciuto magazine che la storia di The Last of Us 2 sarà ambientata 5 anni dopo la fine del primo, presumibilmente con i due personaggio del primo capitolo, Joel ed Ellie, ancora a Jackson dove si sono rincontrati con Tommy, il fratello di Joel.

ni22cm3-768x1014Sono passati 5 anni, quindi la giovane ragazza ha 19 anni e noteremo come la sua esperienza di vita sia maturata vivendo con la nuova figura paterna che vede in Joel. Il magazine poi rimarca sul fatto che il videogioco sarà effettivamente un sequel, e non un prequel o uno spin-off come alcuni rumor lasciavano intendere.

Pare che lo sviluppo di Uncharted 4, naturalmente stiamo parlando del livello grafico e degli FX, influenzerà molto lo sviluppo del videogioco, così come TLOU ha fatto con l’ultima versione di Nathan Drake.

Vedremo dei grandi scenari come una costante che abbiamo potuto esplorare nel primo capitolo, e verranno migliorate ulteriormente le situazioni in cui il giocatore dovrà adoperarsi di creatività per risolvere i vari problemi. Nonostante si ritrovino quindi delle modalità come nel primo, Neil Druckmann ha annunciato che non vogliono lavorare su una sandbox come per il primo, ma sviluppare un videogioco influenzato dai veri titoli open world, quindi largamente esplorabile con cui si può interagire molto meglio. In particolare nella pagina si parla di “esplorare intere città“.

In ultimo pare che Ellie sarà profondamente diversa, visti gli importanti avvenimenti che hanno plasmato la sua personalità, ma conserverà quella linea di pensiero, quel modo di vedere il mondo, che aveva nel primo capitolo, e la sua evoluzione sarà esplorata.

Vi invitiamo ancora una volta a leggere tutte queste informazioni con le dovute pinze, l’unica fonte da cui abbiamo riportato queste informazioni è il sito gamesgadgetgizmos.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: