The Last of Us: il regista Johan Renck parla di come sarà coinvolto nella serie HBO

Nei tre mesi trascorsi da quando lo scrittore di Chernobyl Craig Mazin e lo sceneggiatore / direttore creativo Neil Druckmann hanno annunciato che stavano sviluppando un adattamento del franchise di videogiochi The Last of Us per HBO, i fan hanno chiesto a gran voce dettagli su ciò che possono aspettarsi.

Leggi anche: Olly Gibbs realizza un teaser animato e un fan-poster per la serie HBO

Per fortuna, il pluripremiato regista di Chernobyl, Johan Renck, è stato così gentile da offrire una o due idee sul progetto. Con la pre-produzione in corso, Renck ha spiegato in che modo il suo ruolo differisce dalle sue responsabilità in Chernobyl:

“Sono un produttore esecutivo e collegato ad esso. È una serie TV in corso. Quindi non è qualcosa che sarò in grado di sviluppare fino al momento giusto, ma faccio parte di quella serie e dirigerò almeno il pilota. Poi vedremo come andrà oltre. Voglio dire, sia io che Craig stiamo di nuovo lavorando assieme, e lo faremo su altre cose perché ci piacciono.”

Ma cosa ne pensa delle somiglianze e delle differenze tra adattamento di personaggi storici e preesistenti?

“Questa è una domanda molto pertinente su molti livelli. Ad esempio, hai The Last of Us con Craig, in cui hai un personaggio di un videogioco che sta a cuore a chiunque abbia mai giocato a quel gioco. Inoltre, sanno esattamente che aspetto ha, come parla, come agisce e così via. Quindi con The Last of Us, questo è qualcosa di cui stiamo discutendo. Stiamo ricevendo chiamate settimanali, Craig, io e anche Neil [Druckmann] che ha creato il gioco, su vari approcci e su come affrontarla. Come affrontare il fatto che un personaggio di un videogioco è molto più lontano rispetto ad un personaggio di un libro. Ma è anche maggiormente diverso da trattare rispetto a una persona reale. Ad esempio, Valery Legasov di Chernobyl perché nessuno lo aveva mai visto o sentito, non era fondamentale onorare nulla di tutto ciò. Sono breve perché ovviamente volevamo rappresentarlo il più fedele possibile alla realtà. D’altra parte, non c’erano idee preconcette di ciò. Con qualcosa come The Last of Us, vedremo una storia molto diversa. Questo è qualcosa su di cui abbiamo trascorso molto tempo a parlare nelle prime fasi di sviluppo. Ci sono molte cose da prendere in considerazione, molte decisioni e scelte da prendere in vari modi, e non dirò altro al riguardo.”

The Last of Us è un videogioco horror action-adventure del 2013, sviluppato da Naughty Dog e pubblicato da Sony Interactive Entertainment per PlayStation 3 e PlayStation 4.

È stato annunciato ufficialmente il 10 dicembre 2011 durante gli Spike Video Game Awards. Il gioco si è dimostrato il migliore durante l’Electronic Entertainment Expo 2012, aggiudicandosi 5 premi, tra cui il premio per la miglior presentazione, per il miglior gioco per console e per il miglior gioco originale.

Il gioco è uscito il 14 giugno 2013 e il 20 giugno in Giappone, sia in versione fisica che digitale (scaricabile dal PlayStation Store). È il primo titolo ad avere la caratteristica di poter essere giocato ancora prima del completamento del download stesso (dal 70% del completamento riuscito in poi), funzione oggi presente in tutti i videogiochi PlayStation 4.

Il 9 aprile 2014 viene annunciata sul PlayStation Blog una versione del gioco “rimasterizzata” per Ps4, intitolata The Last of Us Remastered. Questa presenta texture più definite, luci ed ombre migliorate, una risoluzione nativa di 1080p ed un framerate di 60 fps. Contiene inoltre un documentario sulle cinematiche di gioco e tutti i contenuti scaricabili inclusi nel gioco originale, con l’aggiunta di un nuovo capitolo giocabile solo al termine dell’avventura principale. Il capitolo è intitolato Left Behind. A differenza degli altri capitoli della storia, parte di questo è cronologicamente avvenuta prima degli eventi di The Last of Us. L’uscita per PlayStation 4 è avvenuta il 29 luglio 2014.

L’11 novembre 2014 viene pubblicato The Last of Us: Game of the Year Edition per PlayStation 3. Quest’edizione include le espansioni scaricabili direttamente nel disco di gioco, così come era avvenuto nella versione per PS4.

Il 3 dicembre 2016 è stato annunciato The Last of Us Part II, il sequel che vede come protagonista una Ellie ormai diciannovenne.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: