The Last of Us: la serie potrebbe contenere scene eliminate dal gioco

La serie HBO di The Last of Us potrebbe contenere scene del gioco eliminate e mai usate.

Abbiamo tutti goduto appieno dell’esperienza regalataci da The Last of Us – Parte II e l’anno prossimo rivivremo la storia del primo capitolo non più attraverso il medium del videogioco, bensì quello della televisione. Infatti dopo il fallito tentativo di trasporre la storia di The Last of Us su grande schermo tocca a HBO cogliere la palla al balzo e raccontare il viaggio di Joel ed Ellie in live-action.

Recentemente abbiamo parlato di come Craig Mazin (sceneggiatore di Chernobyl) e Neil Druckmann (sceneggiatore e regista dei due capitoli video ludici di The Last of Us) stiano modificando la storia per poterla adattare alla televisione, apportando le giuste e rispettose modifiche alla storia.

Durante un’intervista con la BBC, Mazin ha parlato di cosa stanno inserendo per rendere la storia adatta al media delle televisione, rivelando che hanno intenzione di utilizzare delle scene scritte ma mai realizzate per il videogioco:

Neil ad un certo punto mi fa: ‘Sai, c’è questa cosa di cui abbiamo parlato per un po’…’ e mi racconta di cosa si tratta. E io rispondo: ‘Beh, la facciamo’ e così stiamo realizzando queste cose. Ma non si tratta di scene tipo ‘Oh, non sarebbe figo un episodio in cui Joel ed Ellie trovano delle motociclette e si scontrano con una gang di biker?’. Non è quello che stiamo facendo. Niente episodi senza senso. È tutto molto curato. Tutto ciò che stiamo inserendo di nuovo migliorano la storia in modo organico e serio affinché fan e non solo la possano apprezzare.

Ancora una volta l’aspettativa per questa serie si alza e non di poco.


The Last of Us sarà una serie HBO creata da Craig Mazin basata sull’omonimo videogioco di Naugthy Dog del 2013, scritta da Neil Druckmann e dallo stesso Mazin, e con Joan Renck come regista dell’episodio pilota.

La prima stagione, il cui numero di episodi è ancora sconosciuto, debutterà nel 2021.

Andrea D'Eredità

Andrea D'Eredità

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: