The Last of Us – Parte 2: Neil Druckmann anticipa alcuni dettagli sullo stile

E’ vero, ieri la notizia del trailer di Guardiani della Galassia Vol.2 ha letteralmente mandato in tilt la nostra pagina, e se volete vederlo lo trovate qua, ma un’altra importante notizia che è dilagata in ogni dove nel web è stata quella inerente all’annuncio fatto al PlayStation Experience, ovvero il trailer di The Last of Us – Parte 2.

Si era vociferato molto nei mesi passati della comparsa di questo entusiasmante trailer, e finalmente la Naughty Dog ci ha voluto fare un regalo di natale anticipato mostrandocelo in anteprima, anche se il gioco è effettivamente ancora in produzione.

Ma di cosa parlerà quest gioco. Ve lo diciamo dopo il trailer:

A quanto pare, stando alle parole di Neil Druckmann, creative director di Naughty Dog e ideatore del gioco, nonché probabile scelta come sceneggiatore per la trasposizione cinematografica ancora in dubbio, ha rilasciato alcune anticipazioni riguardo a come sarà il tono del videogioco. A differenza del primo capitolo, ambientato 4 anni prima, il secondo capitolo getterà le base della sua potenza emotiva nel completo ribaltamento partendo proprio dal protagonista con il quale giocheremo.

Druckmann ha rivelato che non giocheremo più con Joel, ma bensì interpreteremo una diciannovenne Ellie, cresciuta in quel mondo che non è cambiato di una virgola, venendo su cinica e spietata, disposta a qualsiasi cosa per divenire al suo misterioso scopo.

Lo stile sarà un agglomerato di odio, rancore, vendetta, un completo ribaltamento rispetto al primo, infatti non vedremo nemmeno più il parallelismo padre-figlia fra i due personaggi, ma una voglia di sangue senza sosta. Possiamo presumere che la cosa si svilupperò in base alla menzogna che Joel ha raccontato ad Ellie al termine del primo capitolo, ma mettiamo le mani avanti non sapendo effettivamente se sarà così.

Nel videogioco torneranno Ashley Johnson nel ruolo di Ellie e Troy Baker in quello di Joel, ma riguardo al cast non sappiamo chi altro comparirà. Vi lasciamo però ad un assaggio della nuova colonna sonora composta ancora una volta dal premio Oscar Gustavo Santaolalla:

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.

Un pensiero su “The Last of Us – Parte 2: Neil Druckmann anticipa alcuni dettagli sullo stile

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: