The Last of Us: sembra che Neil Druckmann sarà il regista di almeno un episodio della serie

Sembra che Neil Druckmann sarà il regista di almeno un episodio dello show televisivo basato su The Last of Us della HBO, oltre ad avere un credito come co-sceneggiatore.

Leggi anche: alcune foto dal set mostrano l’allestimento della ZQ di Boston

Il potenziale nuovo dettaglio proviene da un elenco di produzione pubblicato sul sito Web della Director’s Guild of Canada, che cita Druckmann come uno dei cinque registi dell’adattamento live-action di The Last of Us. Gabby Llanillo, dipendente senior del controllo qualità della Naughty Dog, ha condiviso la notizia sul suo account Twitter personale, il che aggiunge un tocco di credibilità in più all’idea che i doveri di Druckmann nello show andranno oltre la scrittura insieme al creatore di Chernobyl Craig Mazin.

Questa sarà la prima volta per il nostro Niel Druckmann come regista di una serie live-action, anche se i giochi di Naughty Dog sono così cinematografici che difficilmente si potrebbe considerare un inizio da fermo.

Parlando di Mazin, anche lui è elencato come uno dei registi della serie nel documento DCG, insieme a Jasmila Zbanic, Kantemir Balagov e Peter Hoar. Lo spettacolo non ha attualmente una data ufficiale per la prima, ma Balagov ha accennato al 2022 come potenziale finestra di rilascio sul suo Instagram. La sua prima stagione dovrebbe durare 10 episodi, raccontando una versione “potenziata” della storia del primo gioco – e potenzialmente anche il suo sequel, a seconda di come andranno i tempi e le stagioni future.

Qui sotto il tweet:

L’ultima notizia circa il cast ha rivelato che Anna Torv apparirà nella serie nei panni di Tess. Oltre alla star di Fringe, nella serie compariranno anche Jeffrey Pierce, la voce di Tommy nella serie di videogiochi, che apparirà come un personaggio diverso al fianco di Pedro Pascal, Bella Ramsey e Gabriel Luna. Anche Murray Bartlett e Con O’Neil si sono uniti al cast di The Last of Us.

Pierce si ripresenterà nei panni di Perry, un ribelle in una zona di quarantena. Bartlett sarà guest star nei panni di Frank e O’Neill sarà Bill.

Il progetto è stato annunciato per la prima volta l’anno scorso a marzo, poco prima del lancio del tanto atteso sequel, The Last of Us Parte II, che è stato finalmente rilasciato a giugno. Il sequel è diventato uno dei giochi per PlayStation 4 migliori e più venduti con oltre quattro milioni di unità vendute durante il fine settimana della sua uscita.

L’adattamento della serie affronterà gli eventi del primo gioco con la possibilità di contenuti aggiuntivi basati su contenuti eliminati e concept originali. Sarà co-scritto da Craig Mazin e Neil Druckmann, che è lo scrittore, regista e direttore creativo del gioco. Kantermir Balagov è incaricato di dirigere l’episodio pilota. Il progetto servirà anche da riunione tra Mazin e Johan Renck, che hanno già lavorato insieme nell’acclamata miniserie Chernobyl.

Basato sul videogioco acclamato dalla critica, The Last of Us è ambientato 20 anni dopo che la civiltà moderna è stata distrutta. Joel viene coinvolto in un trasporto di persona, per far uscire Ellie da un’oppressiva zona di quarantena. Quello che inizia come un piccolo lavoro diventa presto un viaggio brutale e straziante, poiché entrambi devono attraversare gli Stati Uniti e dipendono l’uno dall’altro per la sopravvivenza.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: