The Last of Us: un dettaglio della prima puntata potrebbe aver gettato le basi per la svolta oscura della Parte 2

The Last of Us: un dettaglio della prima puntata potrebbe aver gettato le basi per la svolta oscura della Parte 2

Attenzione spoiler su The Last of Us

Se si devono credere ad alcune nuove citazioni, l’adattamento HBO di The Last of Us potrebbe aver accennato alla svolta oscura che Ellie prende in The Last of Us Parte II, che sappiamo sarà ispirazione per la seconda stagione, stando al desiderio di Craig Mazin.

L’adattamento della HBO del capolavoro per PlayStation ha ricevuto recensioni entusiastiche dopo il debutto del suo primo episodio, portando il mondo creato da Naughty Dog nell’acclamata serie di videogiochi alla televisione.

Mentre il regista Craig Mazin e lo showrunner (e il direttore del gioco originale) Neil Druckmann sono rimasti concentrati sull’adattamento del primo gioco, la coppia ha anche anticipato l’idea di affrontare la Parte II in una potenziale seconda stagione, e sembra che i semi per quel seguito potrebbero essere già stati piantati nell’episodio di debutto.

Parlando nello speciale Inside the Episode della HBO per il primo episodio di The Last of Us, il regista Craig Mazin ha anticipato la svolta oscura di Ellie vista in The Last of Us Parte II. Nello sguardo dietro le quinte, Mazin ha indicato la reazione della Ellie di Bella Ramsey nel vedere il Joel di Pedro Pascal uccidere il soldato FEDRA alla fine dell’episodio 1.

Il regista di The Last of Us ha detto che in quel momento “Ellie si è attivata”, sottolineando che, a differenza della figlia di Joel, Sarah (la cui morte è mostrata all’inizio dell’episodio), Ellie “non piange”, arrivando addirittura a dire che “le piace”.

“La cosa più notevole di quel momento è che quando Ellie lo guarda picchiare a morte un uomo, lei si attiva. All’inizio dell’episodio, quando Sarah lo vede uccidere questa donna anziana, che è infetta, che deve uccidere, lei piange. Ellie non piange. A Ellie piace. Le piace l’idea che qualcuno la difenda in quel modo e le piace l’idea che quel ragazzo venga punito. È qui che inizi a vedere il problema montare ma anche la chimica fra loro. Questi due erano destinati ad incontrarsi, ma attenzione.”

Questo potrebbe essere visto come la base per ciò che renderà Ellie la macchina di morte vista nel sequel del gioco, un tema oscuro ma protagonista nella Parte II. Mazin ha osservato che “Joel dimentica che la ragazza che sta dietro di lui non è sua figlia” e la protegge come se fosse sua. Lo showrunner e scrittore della serie Neil Druckmann ha paragonato l’intera sequenza al modo in cui il Cordyceps prende il controllo delle sue vittime, anche se Joel lo fa per amore.

“L’istinto primitivo prende il sopravvento. Non può fare a meno di agire. Qualcos’altro ha preso il controllo di lui in modo simile a come fa il Cordyceps, tranne che per lui è una versione dell’amore.”

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: