The Last Witch Hunter: Vin Diesel rivela che la Lionsgate starebbe sviluppando un sequel

Ricordate The Last Witch Hunter? Bene, ci sono buone possibilità di no visto che con un budget di produzione di 90 milioni ne ha incassati 27,4 milioni al botteghino nazionale, però ciò potrebbe non essere vero per noi fuori dagli Stati Uniti, in quanto il totale mondiale è stato di 147 milioni di dollari, non eccelso o capace di avviare un franchise, ma nemmeno così male.

A quanto pare però, a poco più di quattro anni dopo la release di The Last Witch Hunter, il progetto è ancora nel cuore e nella mente di Vin Diesel, e la star e produttore ha spinto ancora una volta per far si che un sequel divenga realtà.

Collider ha avuto modo di parlare con l’attore del rilascio di Bloodshot fissato per il 13 marzo, è in quell’occasione è stato chiesto a Vin Diesel come reagisce quando un progetto in cui ha messo passione non va come sperato. Usando The Last Witch Hunter come esempio, Diesel ha spiegato:

“Quando esce un Last Witch Hunter e questo non esplode al botteghino, secondo il vecchio pensiero immagino che forse dovrei concentrarmi su qualcos’altro. Ma oggi la cosa affascinante è che i film finiscono per ritrovarti in qualche modo.”

Dal punto di vista del distributore, durante l’implementazione cinematografica si immagina film a grande budget che trovano un tipo di pubblico e giustificano la spesa. Ma Diesel fa una buona riflessione considerando come i film diventano accessibili a tutti grazie alle piattaforme di streaming e VOD dopo la loro uscita sul grande schermo. Se l’interesse principale per il tuo prodotto finito è la preoccupazione, e le entrate al botteghino non soddisfano, tutto finisce.

“Come artista, più ho esperienza, più apprezzo il fatto che il mio lavoro in qualche modo trovi gli spettatori, permettendogli di sperimentarlo al loro tempo e al loro ritmo. Io così sono meno preoccupato – forse è a causa dei riconoscimenti. Forse è perché faccio parte dei Vendicatori, faccio parte della Disney, faccio parte dei Guardiani o perché faccio parte dei Fast, ed ho avuto così tante esperienze meravigliose che credo i profondi pensieri mi portino a reagire con entusiasmo quando sento persone che hanno apprezzato The Last Witch Hunter.”

E alla fine, la riflessione su quelle reazioni ha portato Diesel a parlare di un sequel del film:

“Lionsgate è arrivata e ha detto: ‘Stiamo cercando uno scrittore per il prossimo’. È fantastico! E questo è successo di recente, a proposito. Ma è divertente che tu abbia menzionato Last Witch Hunter perché sono in continuo contatto diretto con la Lionsgate e stanno creando attivamente di creare un sequel di The Last Witch Hunter.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: