The Mandalorian: Giancarlo Esposito rivela alcuni dettagli su Moff Gideon

Molti fan del franchise di Star Wars sono rimati sorpresi dai momenti finali della serie The Mandalorian, che non solo ha rivelato che l’ex-signore della guerra diventato imperiale noto come Moff Gideon è sopravvissuto allo schianto del Caccia TIE, ma che lui è l’attuale custode della Darksaber.

L’arma iconica della cultura mandaloriana è la loro interpretazione della spada laser e ha un grande significato nella cultura di Mandalore, con le forze che combattono per controllare l’arma al fine di guidare le diverse fazioni.

Mentre Star Wars Rebels ha mostrato Sabine riportare la Darksaber su Mandalore, dandola in mano a Bo-Katan per aiutarla nei suoi sforzi di riunire i clan nel loro mondo natale, grazie a The Mandalorian sappiamo che qualcosa è andato storto nel futuro della cultura mandaloriana dopo la caduta dell’Impero, o forse durante quegli anni.

L’attore Giancarlo Esposito ha recentemente parlato del suo ruolo nella serie Disney +, spiegando che Moff Gideon diventerà molto più violento con la Darksaber durante la seconda stagione di Star Wars: The Mandalorian.

“Spero di non essere buttato fuori, ma forse non gli dispiacerà… Ho usato due, tre, tre e mezzo Darksabers e penso di averle già rotte”, ha detto Esposito a Variety. “I ragazzi dei prop mi adorano, ma dicono: ‘Amico, ne abbiamo solo una in più”. Ovviamente ciò non sembra aver cambiato i suoi piani per le riprese, perché le varie Darksaber hanno continuato a rompersi.”

In precedenza Esposito aveva parlato durante un’apparizione in convention e aveva spiegato quanto fosse difficile impugnare l’arma durante le riprese della seconda stagione di The Mandalorian.

Sempre durante la solita intervista, l’attore ha diffuso nuovi dettagli sul personaggio che tornerà nella seconda stagione, facendo un paragone con il suo personaggio di Breaking Bad e descrivendolo come molto diverso.

“Moff è molto diverso da Gus Fring. Brandisce la sua spada oscura. Fa il suo sporco lavoro ed è certamente disposto a farlo. È molto più instabile, è molto più un guerriero e questo potrebbe dirci alcune cose su di lui nella prossima stagione.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: