The New Gods: Tom King e Ava DuVernay confermano l’inizio dello sviluppo del film

Lo scrittore di fumetti vincitore del premio Eisner ed ex ufficiale della CIA Tom King, che attualmente scrive “Batman” della DC Comics, sarà co-autore della sceneggiatura di “The New Gods” con la cineasta Ava DuVernay – ma questo già lo sapevamo.

Tempo addietro lo stesso scrittore aveva lasciato intendere che avrebbe preso a lavorare sulla sceneggiatura dopo il Comic-Con di San Diego, quindi adesso siamo qui per vedere che tipo di progressi sono stati fatti.

Inizialmente si è sbottonato promettendo grandi cose pubblicando uno scorcio dalla graphic novel The New Gods”, e successivamente ha pubblicato una foto assieme ad Ava DuVernay apposta per far capire che lo sviluppo del progetto è cominciato.

Creato dal leggendario artista e re del fumetto americano Jack Kirby nel 1971, “The New Gods” si concentra su due pianeti alieni gemelli, l’idilliaca Nuova Genesi e l’infernale Apokolips, governati da leader altrettanto potenti ma moralmente opposti. Nuova Genesi è governata dal benevolo Altopadre e Apokolips dal despota Darkseid. I fumetti hanno descritto gli sforzi di Darkseid per destabilizzare la fragile pace tra i mondi come parte del suo piano per assumere l’Equazione Anti-vita ed eliminare il libero arbitrio dall’universo. Darkseid è uno dei cattivi più pericolosi nell’Universo DC e una costante minaccia della Justice League.

King si è unito al progetto dopo la sua celebre ru su “Mister Miracle” della DC, che sicuramente tornerà utile in “The New Gods”. Creato anche lui da Kirby, Mister Miracle – AKA Scott Free – è il figlio di Altopadre ma è cresciuto su Apokolips secondo i termini di un trattato con Nuova Genesi. Sottoposto a anni di torture e abusi da parte della crudele scagnozza di Darkseid, Granny Goodness, Scott alla fine si ribellò e con l’aiuto di Big Barda, un soldato di Apokolips che lavorava per rovesciare Darkseid, fuggì sulla Terra.

Altri personaggi e concept che hanno avuto origine da “The New Gods” includono il cattivo Steppenwolf e le macchine ibride wormhole-computer chiamate “Scatole Madri”, entrambe presenti in “Justice League” del 2017. Se i “The New Gods” della Duvernay saranno o meno legati all’universo cinematografico condiviso della DC non è noto.