The Passion of the Christ: Resurrection, Jim Caviezel aggiorna sul progetto

La Passione di Cristo fu sicuramente un film che dette una nuova identità artistica alle pellicole che basano i propri soggetti su testi sacri per le varie religioni, come naturalmente anche per quelli che ambientano la propria storia in un contesto raccontato attraverso la mitologia o i midrash, vedi tutti i vari film sula mitologia greca, egizia, o anche il particolare Noah di Darren Aronofsky.

Il film diretto da Mel Gibson infatti si attenne alla classica linea narrativa della morte e resurrezione di Gesù, ma presentò anche alcuni spunti narrativi provenienti dai vangeli apocrifi, ovvero un eterogeneo gruppo di testi a carattere religioso che si riferiscono alla figura di Gesù di Nazareth e che nel tempo sono stati esclusi dal canone della Bibbia cristiano, in quanto ritenuti in contraddizione con l’ortodossia cristiana.

Quindi con l’idea del film, di base a metà fra fedele al soggetto originale e ricolmo di particolarità artistiche “non canoniche”, non è strano che da un po’ di tempo a questa parte sul web siano comparse speculazioni di ogni tipo circa un possibile sequel.

Nell’agosto del 2016, e poi a novembre del medesimo anno, però avemmo una conferma da parte di Mel Gibson stesso, che disse a Stephen Colbert durante il Tuesday’s Late Show di avere già un titolo ed un’idea per il film. Gibson ha rivelato di star lavorando con lo sceneggiatore di Braveheart, Randall Wallace a The Passion of the Christ: Resurrection, dicendo che non avrebbe probabilmente visto la luce per altri tre anni. Non ne abbiamo saputo più niente, ma oggi, grazie a Usa Today, possiamo riportarvi un’intervista a Jim Caviezel, interprete del “figlio di Dio” nel film. L’attore si è detto estremamente d’accordo con il piano del regista di girare un sequel de La Passione di Cristo. Caviezel, a 49 anni, ha già confermato che riprenderà il ruolo di Gesù nel film programmato sulla risurrezione di Cristo.

“Ci sono cose che non posso dire che scioccherebbero il pubblico”, ha detto. “È fantastico, rimanete sintonizzati. Non vi dirò come la cosa evolverà, ma vi dirò giusto questo. Il film che andremo a fare sarà il più grande film della storia, è sarà davvero bello.”

La Passione di Cristo, uscito nel 2004, che Gibson ha diretto e co-scritto, oltre che prodotto, è stato una vera pietra miliare del cinema basato sulla fede, visto che costò 30 milioni di dollari e ne incassò 612 in tutto il mondo. E’ il film con il rating-R che ha incassato di più nella storia del Nord America.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: