The Witcher 2: Henry Cavill ha lavorato per rendere Geralt “più loquace” nella seconda stagione

Henry Cavill ha detto che Geralt, il suo personaggio in The Witcher, sarà più loquace e avrà meno F-bomb rispetto alla stagione precedente dello show.

La stagione 1 di The Witcher è stata rilasciata nel 2019 e ha battuto i record di spettatori per Netflix all’epoca, ed è ancora una delle serie più viste del gigante dello streaming.

Basata sulla serie di libri The Witcher di Andrzej Sapkowski, The Witcher segue Geralt di Rivia, uno degli ultimi cacciatori di mostri conosciuti come Strighi nelle traduzioni italiane dei romanzi.

I fan dello show sapranno che Geralt era piuttosto solitario nella prima stagione di The Witcher, e di certo non si è peritato dal dire qualche parolaccia quando le cose si sono fatte tese. Delle poche relazioni che Geralt intraprende, la sua relazione con Yennefer è quella in cui il Witcher si è permesso di essere il più aperto durante lo spettacolo. Sebbene abbia altre amicizie, come con il bardo Jaskier, l’ammazzamostri è piuttosto freddo e distante con la maggior parte delle persone con cui interagisce.

La stagione 1 di The Witcher presenta Geralt come un personaggio a cui normalmente piace fare le cose da solo e impreca molto mentre le fa, anche se è chiaro che tiene alle persone a lui più vicine. Tuttavia, nonostante i suoi sforzi per restare da sé nella prima stagione, Cavill ha spiegato in dettaglio come Geralt sarà diverso nella prossima stagione di The Witcher.

In un’intervista con GamesRadar, Cavill ha rivelato perché Geralt è cambiato così tanto tra le stagioni e come il suo linguaggio sarà diverso di conseguenza. Cavill ha detto che voleva rendere Geralt “più prolisso” nella stagione 2, evitando di esprimersi maggiormente con grugniti e imprecazioni. L’attore ha spiegato che voleva che il suo personaggio fosse “più intellettuale” per riflettere più accuratamente la versione di Geralt del romanzo originale.

“Per questa stagione, ho voluto spingere davvero forte per assicurarmi che fosse più prolisso. C’è sempre il rischio che un personaggio diventi un po’ tropico e semplicemente comico grugnendo e sparando F-bomb, come anche il fatto che non rispecchia il talento che l’autore della serie The Witcher Andrzej Sapkowski ha messo nella sua rappresentazione. Ancora una volta, ho davvero lavorato molto duramente per renderlo più intellettuale, avere un vocabolario ampliato ed essere rappresentativo di un uomo di oltre 70 anni.”

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: