The Witcher 2: la showrunner rivela ciò che è più entusiasta di far vedere ai fan

La serie The Witcher ha finalmente debuttato il mese scorso e ha rapidamente ottenuto un enorme successo, e Netflix ha recentemente notato che sta già battendo i record dell’azienda.

Detto questo, mentre la prima stagione dello spettacolo ha attirato un vasto pubblico, lo ha fatto anche con una notevole quantità di critiche che hanno sottolineato le numerose carenze della stagione di debutto. Ad esempio, molti sono stati rapidi nel sottolineare che lo sviluppo del personaggio troppo spesso ha fatto da sfondo a punti di trama narrativa più ampi. E questo è qualcosa che lo showrunner Lauren Hissrich pare sappia, ed è una delle tante lezioni che sta apprendendo per la seconda stagione.

Parlando della seconda stagione, Hissrich ha confermato che non proverà a spingere così tanta storia e piuttosto rallenterà le cose a favore di momenti più intimi. E secondo Hissrich, è questo che la eccita maggiormente.

“Conosciamo già le storie che stiamo raccontando, ma voglio assicurarmi di avere il tempo di raccontarle in modo appropriato”, ha dichiarato Hissrich mentre parla con Vulture. “Uno dei più grandi cambiamenti che abbiamo apportato è assicurarsi che gli script non siano troppo lunghi. È terribile quando riprendi una storia di cui sei orgoglioso, e poi dura 95 minuti e stai cercando di inserirla in 60 di televisione. Finisci per tagliare cose che sai sarebbero grandiose o importanti.

Gli spettatori lo scopriranno perché non stiamo provando a spingere così tanto, e non stiamo cercando di introdurre costantemente nuovi personaggi, nuovi mondi, nuovi regni e aumentare la politica, a volte è meglio semplicemente mettersi a sedere con i personaggi e conoscerli un po’ di più. E questa è probabilmente la cosa che sono più entusiasta di far vedere alle persone.”

Basato sulla serie fantasy di romanzi e racconti di Andrzej Sapkowski, The Witcher di Netflix seguirà il mostro assassino di mostri chiamato Geralt di Rivia. La showrunner Lauren S. Hissrich sarà anche produttrice esecutiva della serie mentre Alik Sakharov, Alex Garcia Lopez e Charlotte Brändström faranno parte del gruppo di regia per la prima stagione di otto episodi.

Ecco la sinossi ufficiale di The Witcher: “Basato sulla serie fantasy best-seller, The Witcher è un’epica fiaba sul destino e sulla famiglia. Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta per trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a camminare assieme per un continente sempre più instabile“.

Nel cast Henry Cavill come Geralt di Rivia, Freya Allan come Ciri, Anya Chalotra come Yennefer, Jodhi May come Queen Calanthe, Bjorn Hlynur Haraldsson come Eist, Adam Levy come Topia, MyAnna Buring come Aretuza e Millie Brady come Princess Renfri, con Mimi Ndiweni e Therica Wilson nei panni di novizi stregoni.

The Witcher è disponibile su Netflix  dal 20 dicembre 2019.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: