The Witcher: Anya Chalotra sulla trasformazione di Yennefer e il suo brutale costo

La Yennefer di Vengerberg di Anya Chalotra è l’incantatrice che tiene il cuore di Geralt di Rivia durante la prima stagione di The Witcher di Netflix.

Gli enormi poteri e il suo corpo sono d’origini molto più umili: è una ragazza di campagna con parte di sangue elfico che si vergogna delle sue deformità, coome la mascella gonfia e la gobba sulla schiena, e che è stata venduta a Tissaia dal suo patrigno da adolescente.

Mentre è ancora la stessa Yennefer all’interno – nel bene o nel male – Chalotra ha interpretato due personaggi molto diversi all’esterno prima della sua grande trasformazione, che la trasforma in una donna che Geralt incontrerà decenni dopo.

“Questo è il più grande cambiamento nel contesto della recitazione che abbia mai avuto”, ha detto Chalotra a The Wrap. “Ho vent’anni e interpreto una ragazza di 14 anni fino a qualcuno tra i 70 e gli 80, dopo la trasformazione. Quindi prima avevo l’aiuto di una protesi alla schiena e avevo un disallineamento della mascella, con un paradenti in bocca. E tutte quelle cose mi hanno aiutato nel rendere bene il movimento. Guardavo molto il pavimento, avevo una voce meno altisonante quando parlavo, e non guardavo nessuno negli occhi. Dopo la trasformazione, con l’aiuto di costumi e un corsetto e mi sono sentita molto più forte.”

Il grande cambiamento di Yennefer arriva dopo che è stata addestrata da Tissaia per anni nella stregoneria e nel controllo del caos. Ma per la strega, il costo di quella trasformazione – l’incapacità di dare alla luce un bambino – non è noto fin dall’inizio, sebbene accetti il sacrificio prima della procedura d’incantesimo, quando le viene detto dall’artista che ricreerà il suo corpo.

Quindi le strappa l’utero dal corpo e lo incendia prima di raddrizzarle la schiena e sistemarle la mascella, trasformandola nella bellissima maga che avrebbe sempre voluto essere, fra urla d’agonia. Chalotra definisce la scelta di Yennefer “brutale” e qualcosa che inizierà l’ha perseguitata lungo la stagione, anche se ha ottenuto ciò che voleva ed è riuscita a farsi strada fino a diventare una maga potentissima.

“Ha preso una decisione in una frazione di secondo, pensando al potere e alla bellezza e non rendendosi conto di cosa avrebbe significato per lei in seguito. E penso che passerà il resto dei suoi giorni a cercare di aggirare ciò che ha perso.”

Basato sulla serie fantasy di romanzi e racconti di Andrzej Sapkowski, The Witcher di Netflix seguirà il mostro assassino di mostri chiamato Geralt di Rivia. La showrunner Lauren S. Hissrich sarà anche produttrice esecutiva della serie mentre Alik Sakharov, Alex Garcia Lopez e Charlotte Brändström faranno parte del gruppo di regia per la prima stagione di otto episodi.

Ecco la sinossi ufficiale di The Witcher: “Basato sulla serie fantasy best-seller, The Witcher è un’epica fiaba sul destino e sulla famiglia. Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta per trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a camminare assieme per un continente sempre più instabile“.

Nel cast Henry Cavill come Geralt di Rivia, Freya Allan come Ciri, Anya Chalotra come Yennefer, Jodhi May come Queen Calanthe, Bjorn Hlynur Haraldsson come Eist, Adam Levy come Topia, MyAnna Buring come Aretuza e Millie Brady come Princess Renfri, con Mimi Ndiweni e Therica Wilson nei panni di novizi stregoni.

The Witcher è disponibile su Netflix  dal 20 dicembre.

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: