The Witcher: Blood Origin, lo showrunner rivela perché la serie è stata ridotta a 4 episodi

Durante il TUDUM, Netflix ha annunciato che The Witcher: Blood Origin uscirà ufficialmente il 25 dicembre.

Il servizio di streaming ha anche annunciato che Minnie Driver è stata ufficialmente aggiunta al cast. Quello che in realtà non ha annunciato allo stesso modo, ma ha invece confermato tranquillamente in un’intervista al creatore dello show Declan de Barra, è che il numero totale di episodi è stato ridotto da sei a quattro.

Sebbene inizialmente fosse stato annunciata come una serie limitata live-action in sei parti, all’inizio di quest’anno è stato riferito che The Witcher: Blood Origin aveva subito reshoot e modifiche significative che alla fine lo hanno lasciato con soli quattro episodi. Come parte di un’intervista dello stesso Netflix, de Barra ha confermato il rapporto e ha spiegato perché lo spettacolo alla fine è andato in quella direzione.

“Sembrava un film in due parti. Non vorresti mai guardare un film che dice: ‘Adoro questo film.’ E poi inizi a guardare l’orologio dicendo: ‘Oh, per favore, finisci presto’, non ho mai voluto che ci fosse un momento in cui la storia sembrasse diluita”, ha detto nell’intervista. “Doveva sempre sembrare tutto corretto dal punto di vista narrativo, e ovviamente avevamo il vantaggio di non essere uno show da network con regole fisse per i tempi o il conteggio degli episodi. Quindi, quando ci siamo recati in sala di montaggio, la [struttura a quattro episodi] è ciò che è nata nel processo di scrematura delle sequenze. Siamo riusciti a realizzare quattro episodi da tutto il girato, anche alla storia un flusso ottimale. Volevo che fosse un pugno in faccia, in modo da non poter distogliere lo sguardo da esso.”

The Witcher: Blood Origin è una serie limitata originale Netflix che funge da prequel della serie The Witcher, adattata dai romanzi di Andrzej Sapkowski, che funge da consulente creativo nello show.

È stato annunciato il 27 luglio 2020 e sarebbe dovuta essere composta da 6 episodi. Declan de Barra è lo showrunner.

The Witcher. Blood Origin racconta una leggenda perduta nel tempo, esplorando la creazione del primo prototipo di witcher e gli eventi che portano alla cruciale “Congiunzione delle Sfere”, quando gli universi di mostri, uomini ed elfi si sono fusi in un unico mondo. Per adesso esiste solo una sinossi preliminare, che recita: “1200 anni prima di Geralt di Rivia, i mondi dei mostri, degli uomini e degli elfi si fusero in uno e nacque il primo Witcher”.

Il cast annunciato per lo spettacolo include Sophia Brown come Éile, Michelle Yeoh come Scían, Laurence O’Fuarain come Fjall, Mirren Mack come Merwyn, Lenny Henry come Balor, Jacob Collins-Levy come Eredin, Lizzie Annis come Zacaré, Huw Novelli come Callan “Brother Death”, Francesca Mills come Meldof, Amy Murray come Fenrik, Nathaniel Curtis come Brían, Zach Wyatt come Syndril e Dylan Moran come Uthrok One-Nut.

The Witcher: Blood Origin uscirà ufficialmente il 25 dicembre 2022.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: