The Witcher: grandi cambiamenti per il personaggio di Ciri nella serie Netflix

Grande hype per la serie live-action prodotta da Netflix e tratta dalla saga letteraria e video ludica di The Witcher. A breve inizieranno le riprese dell’episodio pilota, e il cast inizia a formarsi. Pochi giorni fa abbiamo ricevuto la notizia che Henry Cavill (il nostro Superman del DCEU e attualmente nelle sale con Mission: Impossible – Fallout nei panni di August Walker) interpreterà il protagonista, Geralt di Rivia, e quest’oggi iniziano ad arrivare i primi (preoccupanti) dettagli riguardo il casting dell’attrice che interpreterà Ciri, altro personaggio a dir poco importante della saga.

Stando a quanto riporta un annuncio pubblicitario del National Youth Theater, la produzione di The Witcher sta cercando una giovane attrice, che non abbia più di 18 anni, e che possa interpretare un personaggio di circa 13/14 anni (il che è in linea col fatto che la serie si ispirerà ai primi racconti della saga, con i personaggi molto più giovani rispetto a come li conosciamo grazie ai giochi). Ma, soprattutto, la produzione vuole un’attrice che sia afroamericana o asiatica, o, comunque, che possa rappresentare una minoranza etnica. Il che, ovviamente, è in completo contrasto con l’aspetto di Ciri secondo i libri di Sapkowski e i videogiochi, basti pensare che il personaggio non solo ha la pelle chiara, ma anche i capelli sono di un color cenere molto chiaro.

Qui di seguito invece la descrizione del personaggio riportata da National Youth Theater:

Ciri può essere spesso in giro per il palazzo invece di inginocchiarsi d’innanzi alla Regina Calanthe, sua nonna, cioè fino a quando Cintra viene massacrata dai Nilfgaardiani e Ciri rimane orfana, lasciata ad attraversare il Continente, da sola. Non lo sa ancora, ma è una diretta discendente di Lara Dorren, una maga elfa – ed è per questo che tutti nella nostra serie la seguono. Seguiamo Ciri mentre sfugge ai suoi rapitori e nel frattempo scopre i suoi talenti magici, il suo lato oscuro e il ruolo che deve interpretare nella prossima apocalisse: stiamo cercando uno straordinario giovane talento per condurre questa serie, dovrebbe essere coraggiosa e deve avere qualcosa di veramente speciale su di lei.

Come al solito, la mia idea è sempre quella. Perché cambiare drasticamente un personaggio così noto quando puoi rappresentare queste minoranze inserendone uno completamente nuovo? Il che si potrebbe anche evitare, dato che il mondo fantasy creato da Sapkowski è molto progressista e vario sotto questi aspetti.


[amazon_link asins=’B01KJZYXW6,B06XP2MGJG,8842916595,8842916641,8842922242,B011A1STCI,8842921092,884291665X’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6d9bd504-b373-11e8-96c1-f1bb590a0e29′]


The Witcher è una serie televisiva prodotta da Netflix e creata da Lauren Schmidt, che debutterà nel 2019 sulla celebre piattaforma streaming. I vari episodi saranno diretti da Alik Sakharov, Charlotte Brändström e Alex Garcia Lopez, mentre gli episodi saranno scritti da Lauren Schmidt, Declan De Barra, Beau DeMayo, Haily Hall, Jenny Klein, Sneha Koorse e Andrzej Sapkowsk. Quest’ultimo è anche atuore dei libri da cui prende ispirazione la serie. Nel cast per ora confermato solo Henry Cavill (Geralt di Rivia), ma sappiamo che la produzione sta cercando un’attrice afroamericana o asiatica per interpretare Ciri. La fotografia sarà a cura di Gavin Struthers.