The Witcher: l’interprete di Ranuncolo racconta le scene preferite con Henry Cavill

The Witcher: l’interprete di Ranuncolo racconta le scene preferite con Henry Cavill

The Witcher ha debuttato su Netflix il mese scorso, e rapidamente è diventato uno degli show più discussi del 2019.

Leggi anche: il produttore esecutivo sul perché l’autore ha deciso di lasciar fare un altro adattamento

Naturalmente, la maggior parte delle chiacchiere derivava dai tre personaggi principali dello spettacolo: Geralt, Yennefer e Ciri, tuttavia, c’erano anche molti sui social media hanno parlato di Jaskier, lo stravagante bardo interpretato da Joey Batey.

Mentre molti parlano della performance di Anya Chalotra nei panni di Yen, e con buona ragione visto che è stata straordinaria, la performance di Batey in The Witcher è la migliore di sempre e direi la più notevole della prima stagione. Certo, Henry Cavill è stato fantastico come Geralt di Rivia, e la piccola Freya Allan ha decisamente mostrato i denti per quanto riguarda il suo talento recitativo, ma è impossibile negare che nel bene o nel mano Jaskier, o Ranuncolo in italiano, ci sia rimasto in testa.

Detto questo, alcuni dei migliori momenti di Ranuncolo durante la prima stagione sono stati quelli in cui ha condiviso lo schermo con Geralt, che accetta a malincuore la compagnia del bardo. I due formano un duo incredibile e hanno insieme numerose scene fantastiche, tuttavia, sono stati i momenti più negativi che sono stati i favoriti di Batey.

“In tutta onestà, le mie scene preferite sono state un più i momenti di crisi, sicuramente”, ha detto Batey. “I momenti in cui ci colleghiamo e in qualche modo ci allontaniamo dalle varie sciocchezze e i momenti d’improvvisazione, che sono stati molti, perché apparentemente non parlo della sceneggiatura. Nell’episodio sei c’è un arco narrativo davvero adorabile, e ci sono un paio di momenti in cui molta di quella frivolezza e la natura comica del tipo di relazione vengono messe da parte, e in realtà si parlano l’un l’altro come amici. Puoi vedere cosa fanno tutti gli anni di viaggio e di avventura insieme a due uomini che si vogliono bene, a malincuore forse da parte di Geralt. E penso che per me sia stata la cosa più bella da interpretare, basandola su quella lealtà e quell’amicizia, e poi l’umorismo ovviamente è un bonus.”

Basato sulla serie fantasy di romanzi e racconti di Andrzej Sapkowski, The Witcher di Netflix seguirà il mostro assassino di mostri chiamato Geralt di Rivia. La showrunner Lauren S. Hissrich sarà anche produttrice esecutiva della serie mentre Alik Sakharov, Alex Garcia Lopez e Charlotte Brändström faranno parte del gruppo di regia per la prima stagione di otto episodi.

Ecco la sinossi ufficiale di The Witcher: “Basato sulla serie fantasy best-seller, The Witcher è un’epica fiaba sul destino e sulla famiglia. Geralt di Rivia, un solitario cacciatore di mostri, lotta per trovare il suo posto in un mondo in cui le persone spesso si dimostrano più malvagie delle bestie. Ma quando il destino lo spinge verso una potente strega e una giovane principessa con un pericoloso segreto, i tre devono imparare a camminare assieme per un continente sempre più instabile“.

Nel cast Henry Cavill come Geralt di Rivia, Freya Allan come Ciri, Anya Chalotra come Yennefer, Jodhi May come Queen Calanthe, Bjorn Hlynur Haraldsson come Eist, Adam Levy come Topia, MyAnna Buring come Aretuza e Millie Brady come Princess Renfri, con Mimi Ndiweni e Therica Wilson nei panni di novizi stregoni.

The Witcher è disponibile su Netflix  dal 20 dicembre 2019.

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: