Thor: Ragnarok, Waititi spiega il cambiamento nel minutaggio della pellicola

Lungo l’estate il regista di Thor: Ragnarok, Taika Waititi, rivelò che il suo cinecomic Marvel Studios sarebbe durato sui 100 minuti, un ora e quaranta, rendendolo quindi uno dei più corti fra tutti i film della casa delle idee.

Dopo diverse discussioni in merito abbiamo poi visto che il film è in realtà durato sulla due ore e dieci minuti, aggiungendo quindi trenta minuti in più rispetto a quanto detto dal regista. Ma perché c’è stato questo cambiamento in corso d’opera?

Waititi ha avuto modo di spiegare la cosa lungo una recente intervista dicendo:

“Dopo il [San Diego] Comic-Con abbiamo deciso di inserire un mucchio di battute in più. Quando ho detto che sarebbe stato di 100 minuti, erano veramente 100 minuti. Abbiamo fatto i nostri reshoot quindi sapevamo che sarebbe andata così, ma c’è stato un mondo in cui ho pensato si sarebbe stabilizzato sui 100 minuti, o perlomeno non più di un paio di ore.”

Naturalmente il film sarebbe potuto essere più lungo di due ore, infatti Waititi ha palesemente detto come il suo tagli finale di due ore fosse quello definitivo, e come il film originariamente sarebbe durato due ore e quaranta minuti, con molte più scene comiche che però non si adattavano bene alla trama del film.


[amazon_link asins=’B00EYJC1QE,B00EYJC1V4,B00HUANHH6,B01N957OAT,B00TERRPKS,B00R2DDJEC,B00ND5ZITC’ template=’ProductCarousel’ store=’cinespression-21′ marketplace=’IT’ link_id=’edd327a9-b532-11e7-b43f-0feb827627c7′]


In Thor: Ragnarok vediamo il dio del tuono senza il suo potente martello, confinato dall’altro lato dell’universo alle prese con una battaglia contro il tempo per fare ritorno ad Asgard e fermare il Ragnarok, l’apocalisse norrena, che la malvagia Hela ha innescato con la conseguente fine del suo pianeta e della potente civiltà asgardiana. Thor si troverà quindi ad affrontare un lungo tragitto fino al ritrovarsi nell’arena dei gladiatori che lo porterà ad incontrarsi col compagno vendicatore, Hulk.

Thor: Ragnarok uscirà il 25 ottobre del 2017, con Taika Waititi alla regia su una sceneggiatura di Christopher Yost e Craig Kyle.

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: