Tim Burton afferma di aver chiuso con la Disney dopo Dumbo

Il regista Tim Burton ha apparentemente deciso di chiudere con la Disney, dopo la sua esperienza alla regia dell’adattamento live-action del 2019 di Dumbo. Come riportato da Deadline, Burton ha spiegato:

“Sono stato assunto e licenziato più volte nel corso della mia carriera lì… E’ il caso di Dumbo, per questo che penso che i miei giorni con la Disney siano finiti, ho capito che ero Dumbo che stava lavorando in questo orribile grande circo, e avevo bisogno di scappare”. Inoltre, Burton ha definito “abbastanza autobiografica” la sua esperienza di lavoro su Dumbo.

Burton ha dichiarato di avere problemi con tutti i principali studi e i rispettivi franchise, affermando: “Deve essere tutto troppo omogeneo, molto consolidato. C’è meno spazio per diversi tipi di cose”.

Tuttavia, il regista non ha mai nemmeno preso in considerazione i film indipendenti, infatti ha lavorato principalmente con gli studios “quindi non ho mai veramente capito cosa fosse un film indipendente“, ha detto Burton.

Rilasciato nel 2019, l’adattamento live-action di Dumbo della Disney segue una trama simile al film d’animazione, con una famiglia che incontra un giovane elefante dalle grandi orecchie nel loro circo itinerante. Colin Farrell interpreta Holt Farrier, il conduttore di elefanti, Michael Keaton nei panni di un imprenditore dal cuore freddo di nome VA Vandevere e Danny DeVito nei panni di Max Medici, il direttore del circo. Altri membri del cast includono Eva Green, Alan Arkin e Nico Parker.

Sebbene Dumbo non abbia ottenuto buoni risultati al botteghino, alcuni lo hanno elogiato come il miglior lavoro di Burton negli ultimi dieci anni.

Dopo aver ottenuto l’attenzione della Disney per Stalk of the Celery Monster, il regista 64enne ha iniziato il suo apprendistato di animatore presso lo studio. Mentre era alla Disney, Burton ha realizzato il suo primo cortometraggio, Vincent, un film in stop-motion di sei minuti in bianco e nero. Tuttavia, il cortometraggio Frankenweenie di Burton del 1984 non ha impressionato la Disney per la sua natura oscura, che non piaceva ai bambini, e lo studio lo ha successivamente licenziato.

Successivamente rieditato dalla Walt Disney Pictures, Burton ha firmato per produrre The Nightmare Before Christmas invece di dirigerlo a causa del suo programma per Batman Returns. Il regista ha quindi creato una versione del lungometraggio di Frankenweenie e sono iniziati i colloqui su un potenziale sequel di Nightmare Before Christmas, ma Burton non era interessato al formato di animazione al computer che la Disney aveva proposto.

Fonte

Seratul

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: