Todd Philips chiarisce circa l’esistenza o meno di una connessione tra Joker e gli altri film DC

Un’introduzione inclusa nella sceneggiatura di Joker, trapelata online negli ultimi giorni, scritta dal regista Todd Phillips e dal co-sceneggiatore Scott Silver, risponde in modo definitivo a se il film, ambientato nella cupa e grintosa Gotham City dei primi anni ’80, esiste nello stesso mondo di altri film della DC Comics.

Phillips in precedenza aveva rivelato che Joker doveva essere separato da tutti gli altri film della DC, e il suo film faceva parte di un lancio per un’etichetta a parte – provvisoriamente chiamata “DC Black” – sotto cui i cineasti avrebbe potuto realizzare “studi sul personaggio con budget ridotti”, con l’intento di agire come profondi tuffi nei vari supercriminali della DC Comics.

Come ha detto Phillips durante la presentazione del film al Toronto International Film Festival all’inizio dell’anno, Joker non è stato “mai pensato per connettersi, quindi non lo vedo connettersi a nulla in futuro”.

Phillips e Silver hanno chiarito che il film è autonomo nella seconda pagina introduttiva della sceneggiatura di Joker, scrivendo:

“Questa storia si svolge nel suo universo. Non ha alcun collegamento con nessuno dei film DC che lo hanno preceduto. Lo vediamo come un classico film della Warner, grintoso, intimo e stranamente divertente, i personaggi vivono nel mondo reale e la posta in gioco è personale. Sebbene non sia mai menzionata nel film, questa storia si svolge in passato. Chiamiamolo 1981. È un periodo travagliato. Il tasso di criminalità a Gotham è a livelli record. Uno sciopero della raccolta della spazzatura ha paralizzato la città nelle ultime sei settimane. I sogni sono fuori portata, scivolando nelle delusioni.”

Il regista aveva precedentemente rivelato di aver previsto che la Warner Bros. avrebbe espresso preoccupazioni circa il fatto che il pubblico sarebbe potuto rimanere confuso dalle molteplici iterazioni del personaggio esistenti allo stesso tempo, vale a dire il Joker radicato nella realtà di Joaquin Phoenix e il più stravagante gangster di Jared Leto in Suicide Squad.

“Sono andato dai capi della Warner perché sapevo che ci sarebbero state delle preoccupazioni su come separarlo dai film che stavano girando” ha detto Phillips a Deadline. “Sapevo che avrebbero pensato che avremmo confuso il pubblico con questo Joker. Quindi il mio tentativo per loro era in realtà quello di iniziare un’etichetta un po’ più aggressiva, lo ammetto, con il senno di poi.”

Quando ha proposto il lancio di un’etichetta incentrata sui cattivo, Phillips ha detto che questi studi sui personaggi sarebbero stati completamente separati dal DC Extended Universe, la linea principale di film che ospita la Wonder Woman di Gal Gadot e l’Aquaman di Jason Momoa.

Fonte

Seratul

Sono uno scrittore per passione, un cinefilo per destino, ed un intellettuale perché non ho niente da fare. Strano, appassionato di cinema, incline all'informarmi per diletto ed a fare figure cacine all'occorrenza. Capo redattore di Cinespression.it.
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: