Todd Philips torna a parlare della DC Black e del piano di tre film presentato alla Warner

Come sapete, poco prima dell’uscita di Joker al cinema, Todd Philips aveva parlato della volta che aveva proposto alla Warner di realizzare una nuvoa etichetta di cui Joker potesse far parte, la DC Black, o DC Black Label che dir si voglia.

Ad un certo punto durante lo sviluppo di Joker, è stato lui stesso a proporre ai dirigenti della Warner Bros. di creare un’etichetta di derivazione separata chiamata DC Black, come una sorta di laboratorio per quelli che lui chiama “film con mentalità indipendente su questi personaggi”. E la risposta della Warner è stata assieme incoraggiante, quando divertente: “Datti una calmata con questa storia dell’etichetta. Che ne dici di fare il film intanto?“.

“Ho detto: ‘Lascia che JOKER sia il primo, poi facciamo venire dei cazzo di grandi registi’. Invece di provare a vivere nell’ombra della bestia, i Marvel Studios, facciamo qualcosa che loro non possono. Questo inclusi film da 30 milioni di dollari di budget, e nessun trambusto in CGI. Spogliamoli di tutto. Sarà liberatorio.”

“[…] i fumetti sono il nostro Shakespeare e, proprio come ci sono molte versioni dell’Amleto e di Macbeth, negli ultimi 25 o 30 anni hanno realizzato quattro o cinque versioni del Joker. Quindi perché non farne un altro che è selvaggiamente diverso?”, disse a luglio il regista, ed ora con un miliardo d’incasso alle spalle del suo film sull’etichetta DC, la Warner non può far altro che prendere quelle parole e esclamare che si, si possono creare grandi pellicole con questi personaggi dei fumetti.

Mentre quindi attendiamo di comprendere se il mondo del Joker può continuare sul grande schermo – le voci su un sequel di Joker già in fase di sviluppo sono state ridimensionate – il regista Todd Phillips stesso ha detto al podcast di IGN UK (via CB) che la sua presentazione per il film includeva altri due film sotto l’etichetta DC Black Label che sarebbero stati guidati da altri registi.

“L’ho pensato come il primo di tre film, Joker è sotto di me, e poi gli altri due film avranno altri due registi”, dice. “Ma non voglio nominarli, perché poi sembrerà che li abbia anticipati mentre in realtà non li ho nemmeno incontrati. Sono stato solo io a parlarne con la Warner.

Continuo a pensare che sia una grande idea. Ma sarò onesto con, la loro discussione – anche se non c’è stata una vera discussione – ha lasciato intendere che non c’è motivo di creare un’etichetta, non c’è motivo di andare incontro a eventuali problemi. Quando vorremmo produrre uno di questi tipi di film, lo faremo, proprio per Joker. Lo capisco, ma ho anche pensato che sarebbe stato bello se diventasse una cosa.”